News dal territorio

11-04-2017

Ripulito e restituito ai cittadini l’orto botanico del Baluardo di San Giacomo di Crotone

Quando la collaborazione tra cittadini ed Amministrazione pubblica funziona

Una buona notizia per la città, nel segno della collaborazione fattiva tra associazioni di volontariato ed Amministrazione Comunale. L’ area dell’ex Orto Candela, una volta  soggetta ad atti vandalici, in via Discesa Castello, è stata riqualificata e restituita ai cittadini, dopo la conclusione dei lavori di pulizia, bonifica, sistemazione e messa a dimora di piante officinali ed aromatiche e di arbusti di mirto e lentisco, tipici della macchia mediterranea. La realizzazione della prima parte del progetto di riqualificazione e trasformazione dell’area in orto botanico, ideato dall’agronomo Armando Lia per Italia Nostra e Pantagruel, è stato finanziato dal Comune di Crotone.

Tale progetto era stato presentato ufficialmente al pubblico il 28 agosto 2016 a Parco Zanotti in occasione della seconda edizione del premio omonimo, riscuotendo successo ed apprezzamento da parte di tutti i partecipanti all’incontro, compreso l’ assessore al verde pubblico del Comune, Caterina Caccavari. Il progetto ha una duplice valenza: di riqualificare l’area e di dotare la città antica di una cintura verde, contribuendo ad incrementare quell’itinerario naturalistico-archeologico che partendo da Parco Zanotti, parco delle Rose, parco Pignera, parco Carrara, Mura greche di S.Lucia, conduce alla Villa Comunale (ex Orto Filè) ed all’ex Orto Candela, ora orto botanico, consentendo ai cittadini di fruire di una parte degli antichi Orti urbani esistenti fino agli inizi del XX secolo, prima che avanzasse il sacco urbanistico.

Il 26 ottobre 2016 le associazioni Italia Nostra Pantagruel e Gak avevano voluto dare un segnale di attenzione verso l’area in degrado, decidendo di dedicare una giornata di lavoro per restituire decoro e dignità all’area, ridotta quasi a discarica. Era presente l’assessore Caccavari, che si era complimentata con le associazioni per l’attività svolta in un’area del centro storico meritevole di tutela ed aveva  dichiarato l’interesse dell’Amministrazione Comunale e suo personale per reperire i finanziamenti così da poter realizzare il progetto di Orto Botanico.

A distanza di pochi mesi, trovati i finanziamenti, sono iniziati i lavori di bonifica, dissodamento del terreno, sistemazione della recinzione e dell’impianto idrico, messa a dimora delle piante, lavori affidati ad un’azienda florovivaistica del territorio. Ai lavori hanno partecipato, a titolo gratuito, anche alcuni iscritti dell’associazione Pantagruel. Con la realizzazione dell’orto botanico, affidato in gestione volontaria ad Italia Nostra ed ai soci della sezione che già ne hanno cura, e con la sua prossima inaugurazione ai primi di maggio, si provvederà alla denominazione, che potrebbe essere “Orto botanico Baluardo di San Giacomo” così da restituire al luogo la sua denominazione storica. Lo stesso antico Baluardo o Bastione, della metà del XVI secolo, che necessita di interventi urgenti di consolidamento/salvaguardia, possibilmente finanziati attraverso la piattaforma dell’Artbonus, come proposto da Italia Nostra e Gak, (insieme agli antichi Stemmi imperiale e reale del Baluardo don Pedro).

Italia Nostra ringrazia l’assessore Caccavari che ha sempre creduto nel progetto di orto botanico e nella collaborazione tra Associazione e l’Amministrazione Comunale di Crotone, avendo come obiettivo la tutela dei Beni Comuni.

Teresa Liguori – Collegio nazionale Probiviri Italia Nostra

Italia Nostra Onlus