News dal territorio

17-05-2017

Commento di Terre dell’Angelo alla situazione del Parco Nazionale del Gargano

In seguito alla trasmissione “Report”-RAI 3 di lunedì 8 maggio 2017 la Gazzetta del Mezzogiorno del 10 maggio ha riportato un articolo della nostra cara Menuccia Fontana, presidente della sezione storica di Italia Nostra del Gargano che tanto ha operato per una buona impostazione del Parco Nazionale del Gargano istituito con decreto del 5 giugno del 1995. Purtroppo  detta trasmissione televisiva, con interviste e immagini, ha descritto una situazione insostenibile in relazione all’abusivismo imperante e reiterato, nonché ad una cementificazione selvaggia (per saperne di più vai alla news “Focus Parchi: Gargano, stop al parco di carta“). Nella descrizione globale dei vari Parchi Nazionali italiani il nostro Parco Nazionale del Gargano è stato giustamente denigrato: pessima pubblicità che turisticamente il territorio pagherà.

Non ci aiuta purtroppo, la discussione alla Camera dei Deputati della proposta di legge 4144, già discussa e approvata al Senato, che modifica la 394 del 6 dicembre 1991 sui Parchi e aree protette. Quindi la recente proposta è peggiorativa rispetto alla legge attuale, poiché conclama la pur diffusa pratica di nomina di figure che poco hanno a che vedere con l’Ambiente.

Si deve riconoscere al prof. Franco Pedrotti, botanico di fama internazionale, il merito di essersi impegnato sul tema della tutela ambientale in Italia, in un periodo, gli anni ’70 e ’80, quando la legislazione su questo tema era carente ed i pochi Parchi erano isolati in un contesto privo di una strategia nazionale: con il convegno di Camerino del 1980 fu lanciata la sfida di proteggere almeno il 10% del territorio italiano, obiettivo che fu accolto, in seguito, con la legge quadro n.394 del 1991 presentata da Gianluigi Ceruti, già vice presidente Nazionale di Italia Nostra, che ora il Parlamento vuole cambiare.

Ci auguriamo che la nomina imminente delle figure apicali porti nel nostro Parco innovazione e competenze specifiche e che una prossima trasmissione televisiva rilevi una situazione migliore di quella attuale.

La Presidente della sezione Terre dell’Angelo-M.Gioia Sforza

Italia Nostra Onlus