News dal territorio

02-08-2018

Comunicato per Magliano Alfieri, Chiesa dei Battuti Rossi

Si pubblica la lettera inviata dalla Sezione di Alba avente a oggetto: segnalazione ed osservazioni preliminari alla proposizione per l’esecuzione di opere contemporanee all’ex oratorio della Confraternita della SS. Trinità a Magliano Alfieri (CN).

 

Da recenti informazioni giornalistiche apprendiamo che si intenderebbe realizzare opere contemporanee dell’artista cinese Zhang Hong Mei per l’ex oratorio della Confraternita della SS. Trinità, ubicato in prossimità della seicentesca residenza castellana di Magliano Alfieri. Tale edificio storico, sconsacrato e di proprietà comunale, risulta vincolato ai sensi della vigente normativa nazionale del “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, ex Legge n. 1089 del 1939 (artt. nn.4, 11).

L’interesse storico-ambientale dell’ex oratorio dei disciplinanti rossi (costituiti prima del 1596) è riferibile, oltre cronologicamente alla sua origine attestata dal 1605, alla sua totale ricostruzione avviata nel 1751, su progetto dell’architetto Francesco Cantamessa. L’edificazione del campanile (non più esistente) è del 1756. Nel suo interno, purtroppo privo da tempo di arredi liturgici e dell’altare, almeno dal 1831 sono documentati dipinti murali nella volta del coro e sulle pareti. Essendo stati ricoperti, solo nel corso dei restauri relativamente recenti (attuati nei trascorsi anni ‘80) sono emersi vari frammenti pittorici. Sarebbero comunque ancor necessari idonei interventi di risanamento per deumidificazione delle pareti.

Da vari anni l’ex oratorio dei confratelli viene destinato ad ospitare manifestazioni pubbliche e mostre, nell’ambito delle iniziative ricollegabili alle frequenti visite guidate alle esposizioni museali nella residenza castellana. Tuttavia tali eventi temporanei non hanno assetti permanenti o tali da impegnare in modo indissolubile le pareti interne o l’esterno dello storico edificio. Invece, da quanto si apprende nel succitato articolo giornalistico, le eventuali opere contemporanee forse avrebbero un intento più “predominante”: avendo concesso all’artista «carta bianca», cosicché «potrà dedicarsi sia all’interno sia all’esterno. Siamo curiosi di vedere che cosa il suo estro saprà donare a questo luogo».

Questa Sezione di “Italia Nostra” non intende esprimersi sul valore artistico (o non) di quanto verrebbe attuato, però è attinenza dell’Associazione richiamare la necessità di procedere con cautela, ottenendo prima le necessarie autorizzazioni del Comune di Magliano Alfieri e della competente Soprintendenza statale, poi attuando un eventuale progetto ideativo che nell’interno rispetti con sensibilità le pitture preesistenti (ancor da riscoprire interamente e restaurare), che, tralasciando interventi sull’esterno, si offra quale operazione davvero confacente al carattere storico ed ambientale dell’ex oratorio.

Distinti saluti.

Il Presidente

(Sergio Susenna)

Italia Nostra Onlus