Comunicati

06-04-2011

Il decalogo di Italia Nostra – Per la difesa dei beni comuni: la città

DI: · Temi: Città · TAG: ,

Convegno “La città venduta: 20 anni di urbanistica contrattata”

Roma, 6 Aprile 2011, ore 9,30-18,00

Complesso S. Andrea al Quirinale, Sala dei Dioscuri

Il decalogo di Italia Nostra

1  La città è un bene comune e come tale deve garantire gli interessi collettivi, senza negoziazioni con gli interessi privati.

2  Moratoria generalizzata sulle nuove urbanizzazioni per rigenerare città e campagna.

3   Ripristino della legalità: no ai condoni, no ai piani casa.

4   No agli strumenti che vanificano la pianificazione (a partire dagli accordi di programma in deroga) ed esclusione dell’iniziativa privata come impulso alla pianificazione.

5   Ripristino della destinazione originaria degli oneri di urbanizzazione.

6   Rilancio della pianificazione paesaggistica:  Stato e Regioni devono provvedere in tempi brevi alla formazione e alla rigorosa gestione dei piani a norma del Codice.

7   Riaffermazione della tutela dell’identità culturale e dell’integrità fisica quale cardine anche della pianificazione urbanistica ordinaria, secondo i migliori esempi del recente passato.

8   Recupero delle immense periferie degradate cresciute negli ultimi decenni, senza regole, né qualità urbana, anche con radicali operazioni di ristrutturazione urbanistica dell’edilizia abusiva e speculativa e con uso vincolante di tecniche antisismiche e di risparmio energetico adeguatamente certificate.

9   Mobilità sostenibile e integrata: incentivazione del trasporto pubblico e contenimento del trasporto privato.

10 Ridefinizione delle regole per una effettiva trasparenza e partecipazione (a partire delle associazioni portatrici di interessi diffusi) nel processo di formazione delle scelte.

Quale prima azione di affermazione di tali principi, Italia Nostra si impegna a costruire occasioni di confronto e di proposta  (di qui al Congresso… e oltre) a partire da alcuni temi specifici:

  • Fiscalità e federalismo
  • Piena affermazione  del sistema delle tutele all’interno della pianificazione
  • Incentivazione al recupero delle aree periurbane dismesse come snodo cruciale del rapporto città – campagna
  • Costituzione di sistemi di monitoraggio (pianificazione paesaggistica, occupazione di suolo, ecc.)

scarica il decalogo di Italia Nostra

Programma-Invito

_____________________________________________________________

Discorso della Presidente nazionale Alessandra Mottola Molfino

relazioni:

Paolo Berdini

_______________________

Giuseppe Boatti

vedi la presentazione di Boatti

_______________________

Federico Gualandi

Giovanni Losavio

Maria Teresa Roli

Edoardo Salzano

contributi dalle sezioni di Italia Nostra:

Catania

Milano

Documenti e materiali:

Bollettino di Italia Nostra n.255 del 1988, “Speciale Firenze” (bassa risoluzione)

_____________________________________________________________

rassegna stampa:

Francesco Erbani da “La Repubblica” (del 6.4.2011)

da “La Gazzetta del Mezzogiorno” (del 6.4.2011)

da “L’Unità” (del 6.4.2011)

Ambiente & Energia, Ansa.it

Il Capoluogo.it

Commenti

Un commento a “Il decalogo di Italia Nostra – Per la difesa dei beni comuni: la città”

  1. Antonio Coletti ha detto:

    Credo che ogni amministrazione locale debba prendere spunto e condividere in pieno i punti riportati nel decalogo di I. N.
    Rivedo in pieno i principi conduttori del mio lavoro svolto aSansepolcro sul piano strutturale dove la lettura dei valori del territorio e stata alla base del processo di pianificazione, e dove la tutela attiva del paesaggio e stata strumentalizzata da demagoghi politici definiti di sinistra con il borsellino a Destra.
    Grazie per l’impegno continuo
    Antonio coletti

Lascia un commento

Italia Nostra Onlus