News dal territorio

13-09-2018

Il destino dell’Ex rimessa Atac di Piazza Bainsizza

Giovedì 13 settembre 2018 dalle 14 alle 20 l’Assemblea Capitolina dovrà votare la Proposta n. 54/2018 di iniziativa del I  Municipio*, che riguarda il destino della ex Rimessa Vittoria, un immobile di proprietà ATAC, nel cuore del quartiere Prati.
La cittadinanza da anni si è  attivata per   scongiurare una “valorizzazione” – cioè la cessione a privati –  che era arrivata  a un soffio dall’approvazione nel 2012, durante la Consiliatura Alemanno (ma anche un progetto precedente della Consiliatura  Veltroni prevedeva una simile operazione immobiliare) . La Deliberazione del I Municipio al voto di domani  – approvata all’unanimità, anche con il voto dei consiglieri M5S  al Consiglio municipale–  riprende le richieste espresse dalla  petizione dei comitati e dei cittadini dell’inizio del 2018**, che chiedono che l’ex Deposito Atac – nel rispetto del vincolo posto dalla Soprintendenza  (10/12/2013) che  ha definito il complesso “di interesse storico-artistico” – possa venire utilizzato per ospitare servizi pubblici locali e spazi verdi per la cittadinanza.Carteinregola e Italia Nostra Roma  si augurano  che la maggioranza pentastellata  sappia valutare le ragioni dei cittadini e non ritorni sui passi dei  percorsi  di valorizzazione di Veltroni e Alemanno.

Un rischio – la privatizzazione dell’area e dell’ immobile con pochi spazi e servizi pubblici per il quartiere – evocato da una Memoria della  Giunta Capitolina del dicembre scorso, che dava mandato al Dipartimento urbanistica di predisporre una Proposta di Deliberazione da portare in Aula.

Nella Memoria si legge che  in una nota dell’ottobre 2017, ATAC ha comunicato al Comune che,  nell’ambito del Concordato preventivo – scaturito  dalla situazione fallimentare della partecipata – è necessario calcolare  i cespiti delle trasformazioni immobiliari previsti  dalla Delibera della Giunta Alemanno, ma che il tempo trascorso e   la durata delle  procedure forniscono oggi  molti margini di incertezza, motivo per cui ATAC chiede  a Roma Capitale “l‘adozione di soluzioni che consentano l’alienazione dei complessi immobiliari di proprietà di ATAC spa anche superando il vincolo di trasformazione dei medesimi. E la Giunta di conseguenza fa predisporre una Delibera che “consenta, previa esclusione di ogni successiva ipotesi di valorizzazione e di trasformazione urbanistica, la rimozione  del vincolo ai fini dell’alienazione dei complessi di proprietà di ATAC spa”.

Da allora sono passati 9 mesi e i citttadini non hanno più avuto notizie delle Delibera e del destino della Ex rimessa.

Chiediamo quindi ai consiglieri capitolini  di approvare la Delibera del I Municipio.

Ma soprattuto chiediamo alla Sindaca  e agli Assessori Montuori e Meleo  – in nome della sempre invocata e spesso poco praticata trasparenza –  di portare alla conoscenza della città quali siano in proposito  le intenzioni e i progetti della Giunta. E che sia aperto tempestivamente  un confronto  con i comitati e i cittadini affinchè il progetto di  recupero di un  patrimonio pubblico sia portato avanti insieme alla cittadinanza.

Carteinregola e Italia Nostra Roma

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

Leggi tuttohttp://www.carteinregola.it/index.php/rimessa-atac-piazza-bainsizza-la-delibera-del-i-municipio-sostenuta-dai-cittadini-arriva-allassemblea-capitolina/

Italia Nostra Onlus