No al trasferimento dell'Uomo Vitruviano.
Le ragioni di una scelta.

Italia Nostra ha dichiarato da subito le proprie forti perplessità sulla legittimità del Memorandum d’Intesa per lo scambio di opere d’arte tra Roma e Parigi firmato a Parigi dal Ministro MiBACT Dario Franceschini e dal suo omologo francese, Franck Riester, per via dell'inclusione del contestatissimo prestito dell’Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, conservato presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia.

Mentre fuori dall’Italia la concessione dei prestiti è molto oculata, ai nostri musei spesso arrivano richieste che non andrebbero neppure prese in considerazione, politicamente e scientificamente inammissibili, come la richiesta dell’Uomo Vitruviano di Leonardo per una mostra a Parigi, inizialmente respinta da Alberto Bonisoli e ora accolta.
Lo scorso anno la Francia lo aveva richiesto ma l’ex Direttrice, Paola Marini, aveva dato parere contrario, anche su indicazione del responsabile del Gabinetto delle Stampe delle Gallerie. Negli scorsi mesi l’ex segretario generale del MiBAC,T Giovanni Panebianco, ha chiesto di riconsiderare il prestito e l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di Roma hanno dato parere positivo allo spostamento del disegno. 
Italia Nostra ha richiesto di conoscere le motivazioni tecnico-scientifiche ed oggettive che hanno portato alla modifica del provvedimento.

Ricordiamo, infatti, che ai sensi dell’art. 66, comma 2, del Codice dei beni culturali non possono uscire dal territorio della Repubblica “i beni che costituiscono il fondo principale di una determinata ed organica sezione di un museo, pinacoteca, galleria, archivio o biblioteca o di una collezione artistica o bibliografica”.

E l’Uomo Vitruviano appartiene al fondo principale delle Gallerie dell’Accademia, in base all’identificazione fatta con nota del 23 ottobre 2018 (Prot. 2470) dell’ex Direttrice del Museo, Paola Marini. 

Sempre in base all’art. 66, comma 2, del Codice dei beni culturali, non possono uscire dal territorio della Repubblica “i beni suscettibili di subire danni nel trasporto o nella permanenza in condizioni ambientali sfavorevoli”.  

Nei mesi scorsi l’Uomo Vitruviano è stato esposto nella mostra “Leonardo da Vinci. L’uomo modello del mondo” alle Gallerie dell’Accademia. Il funzionario responsabile del Gabinetto Disegni e Stampe delle Gallerie dell’Accademia a tal riguardo scrive: “L’ipotesi di mostrare il foglio nell’autunno prossimo dello stesso anno al Louvre, quindi in un arco temporale brevissimo, contravvenendo alle norme tecniche e conservative, sottopone il disegno a un rischio elevato ed eccessivo non giustificabile e sostenibile per un’opera di tale rilevanza. Per compensare la doppia esposizione, le Gallerie dell’Accademia si vedrebbero costrette a non rendere visibile il disegno per molti anni, con grave pregiudizio per le proprie collezioni”.

Viste tutte queste perplessità, Italia Nostra ha depositato il 7 ottobre 2019 un ricorso al Tar del Veneto chiedendo l'annullamento del provvedimento del Direttore delle Gallerie dell’Accademia, Giulio Manieri Elia, di autorizzazione al prestito all’estero dello Studio di proporzioni del corpo umano, detto Uomo Vitruviano.

 

Leggi l'articolo a firma della Presidente Mariarita Signorini: Uomo Vitruviano, perché abbiamo detto No al prestito dell’opera al Louvre (e il giudice ci ha dato ragione).

DONA. AIUTACI A SALVAGUARDARE IL NOSTRO PATRIMONIO.

Arte e scienza nel Rinascimento:
l`Uomo di Leonardo


Consigliamo la visione del filmato prodotto da Rai Storia per un approfondimento sulle vicende storico-artistiche relative all'Uomo Vitruviano: 

http://www.raiscuola.rai.it/articoli-programma-puntate/arte-e-scienza-nel-rinascimento-luomo-di-leonardo/24758/default.aspx

Il filmato analizza il celebre disegno di Leonardo da Vinci, detto Uomo Vitruviano, considerato universalmente uno dei simboli della civiltà occidentale.

Eseguito a Milano intorno al 1490, è divenuto oggetto di studi e di attenzione sempre crescente solo a partire dalla seconda metà del XX secolo.

Ma l'interpretazione del disegno - che nel rappresentare le proporzioni del corpo umano inserito nel cerchio e nel quadrato, sintetizza l'armonia dell'uomo nel cosmo - rimane un problema ancora aperto.

Gli studi dell’architetto Franca Manenti Valli, sui quali è incentrato il filmato, propongono una lettura del disegno attraverso strumenti di indagine di carattere matematico e geometrico, individuando in Euclide il vero riferimento di Leonardo.

Viene dimostrato come le regole matematiche presenti nel disegno sono le medesime applicate alle costruzioni architettoniche del tempo di Leonardo ma anche di epoche diverse, mettendo in luce un suo interesse per l’architettura, un aspetto del genio vinciano fino ad oggi poco considerato dagli studiosi.

Il Tar sospende il prestito dell’Uomo Vitruviano di Leonardo al Louvre

Italia Nostra ha accolto con grande soddisfazione la decisione del Tar del Veneto che ha sospeso l’espatrio del capolavoro di Leonardo, decretando l’abbreviazione dei termini, ai soli fini della trattazione cautelare e fissando la Camera di Consiglio convocata per il 16 ottobre p.v.
Si tratta del riconoscimento delle ragioni della tutela di un bene prezioso e fragilissimo che è al centro dei principi fondanti di Italia Nostra.
Attendiamo fiduciosi il corso della giustizia.

Mariarita Signorini, Presidente Nazionale di Italia Nostra

Lidia Fersuoch, Presidente di Italia Nostra Venezia

 

Scarica qui il decreto del TAR

 

DONA. AIUTACI A SALVAGUARDARE IL NOSTRO PATRIMONIO.
A te non costa nulla, insieme si può fare molto! 
Il codice fiscale di Italia Nostra è: 80078410588
Facebook Twitter Instagram
Italia Nostra
Viale Liegi, 33 00198 Roma
Ai sensi dell'Art. 13 del D.LGS 196/2003 vi informiamo che il vostro indirizzo di posta elettronica è nei nostri archivi in conseguenza di precedenti comunicazioni intercorse. In caso di problemi nella ricezione di questa newsletter scriveteci a info@italianostra.org
cancellami    |    leggi la newsletter sul browser