News nazionali

18-11-2012

A Tomaso Montanari il Premio Bassani

E’ Tomaso Montanari il vincitore della seconda edizione del “Premio Giorgio Bassani”, riconoscimento destinato ogni due anni da Italia Nostra a uno scrittore/giornalista che si sia distinto per i propri scritti, o per interventi nel settore della comunicazione, a favore della tutela del patrimonio storico, artistico, naturale, paesaggistico del nostro Paese. La giuria conferisce il “Premio Giorgio Bassani” a Tomaso Montanari (Il Fatto Quotidiano, Corriere Fiorentino e Corriere del Mezzogiorno) per il lucido impegno sul necessario terreno della tutela del paesaggio e del patrimonio culturale e per la capacità di unire un’alta preparazione scientifica nella ricerca storico-artistica col giornalismo d’inchiesta. In sintonia con gli ideali di Italia Nostra, Montanari ha saputo aprire numerosi fronti di discussione e denuncia sui disastri che con troppa frequenza colpiscono il patrimonio nazionale, rifiutando ogni forma di indulgenza e compromesso. (leggi il testo del discorso tenuto da Tomaso Montanari in occasione della premiazione)

La giuria vuole in particolare e preliminarmente riconoscere inoltre il ruolo svolto da Gian Antonio Stella (Corriere della Sera) che negli ultimi anni si è in crescendo interessato ai problemi della tutela svelando con l’autorevolezza del grande giornalismo di inchiesta, con libri e con articoli sulla stampa nazionale, le responsabilità e le colpe che appartengono al costume degli italiani.

La giuria conferisce il premio speciale “Italia Nostra per Venezia” ad Alberto Vitucci (Nuova Venezia) per l’impegno quotidiano e la competenza con cui da anni ha saputo cogliere, analizzare e proporre al pubblico la gravità dei problemi di Venezia e della sua Laguna, in una fase di forte drammaticità per la salvaguardia di un contesto storico e naturale tanto delicato e fragile quanto oggetto di pressioni e interessi devastanti.

Nella rosa dei finalisti del Premio anche Maria Rosaria La Morgia (Rai), voce dell’Abruzzo, martoriato dal terremoto e dalla mancata ricostruzione, e Luca Martinelli (Altreconomia) per la sua azione a tutela dell’ambiente, e tra i suoi numerosi reportage si segnala la sua fortissima denuncia dello scempio dell’autostrada Mestre-Orte.

I premi sono stati consegnati oggi dal presidente nazionale di Italia Nostra, Marco Parini. “La Nostra associazione – ha dichiarato Parini – ha sempre avuto un grande sostegno nelle sue battaglie dalla stampa. Sin dagli inizi, dalla lotta per la salvaguardia dell’Appia Antica, via via nei confronti sui centri storici, nella battaglia per la salvaguardia di Venezia, sino ai giorni d’oggi ove costantemente e su mille fronti ci battiamo per la tutela e la valorizzazione dei nostri beni culturali e del paesaggio. Ogni giorno – ha sottolineato il presidente – i pericoli e le compromissioni all’ambiente impegnano le nostre sezioni sul territorio e la ricerca di fronti comuni con le altre associazioni e fondazioni che con noi si battono per la tutela della nostra Italia. Nella figura e nella sensibilità di Giorgio Bassani da sempre tutti noi ci riconosciamo ed è qui a Ferrara, nella sua terra, che consegnamo riconoscimenti alla sua memoria a quei protagonisti della stampa che con coraggio si impegnano nel perseguimento delle denunce e nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica”.

Leggi la rassegna stampa

di | 19 novembre 2012

I FINALISTI, BREVE BIOGRAFIA

Tomaso Montanari è professore associato confermato di ‘Storia dell’arte moderna’ presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Napoli ‘Federico II’, dove afferisce al Dipartimento di Discipline Storiche ‘Ettore Lepore’. Ha pubblicato circa settanta saggi (in riviste scientifiche nazionali e internazionali). Collabora al «Fatto Quotidiano», a «Saturno» e al «Corriere della Sera» nelle edizioni di Firenze e del Mezzogiorno.

Gian Antonio Stella, inviato ed editorialista del Corriere della Sera, da molti anni scrive di politica, cronaca e costume denunciando situazioni di degrado e di colpevole abbandono del paesaggio e del patrimonio culturale italiano. Nel 2007 ha pubblicato “La casta”, scritto con Sergio Rizzo, che con oltre 1.300.000 di copie vendute e ben 24 edizioni è stato per l’Italia il saggio più venduto di sempre, nel 2008 ancora con Rizzo “La deriva”. Fra le numerose pubblicazioni di successo sui temi cari a Italia Nostra citiamo anche “Vandali. L’assalto alle bellezze d’Italia” (con Sergio Rizzo) dedicato ai temi del paesaggio e del colpevole degrado delle bellezze del nostro Paese.

Alberto Vitucci, veneziano, è giornalista de La Nuova Venezia specializzato in temi ambientali inerenti la Laguna veneta e di conservazione del patrimonio culturale della città di Venezia. Ha partecipato in qualità di esperto di temi veneziani a trasmissioni Rai, Cbs news, Bbc. Ha pubblicato alcune monografie su temi ambientali e ha scritto contributi per il volume Come eravamo: Ottocento-Novecento: immagini, testimonianze e confronti raccontano il passaggio di un’epoca, Venezia e del 2012 citiamo Nel nome di Venezia, edito da Corte del Fontego, che concerne «Il potere economico e gli affari veneziani degli ultimi decenni raccontati da un grande giornalista da 25 anni in prima linea».

Maria Rosaria La Morgia, giornalista della redazione RAI TGR Abruzzo, come regista ha realizzato documentari e inchieste per i programmi regionali e per la Terza Rete. Dal 2009 ad oggi ha seguito i problemi del terremoto e della ricostruzione a L’Aquila e ha scritto di temi ambientali e di tutela dei beni culturali.

Luca Martinelli, giornalista della rivista “Altreconomia”, mensile di informazione indipendente. Trai i portavoce del Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio, attualmente cura il blog www.altreconomia.it/leconseguenzedelcemento. Martinelli ha pubblicato “Le conseguenze del cemento. Perché l’onda grigia cancella l’Italia? Protagonisti, trama e colpi di scena di un copione insostenibile” (2011) e “Salviamo il paesaggio! Manuale per difendere il territorio da cemento e altri abusi: tutte le azioni di tutela, dai comitati ai ricorsi” (2012). Ha pubblicato, inoltre “La caduta di Stalingrado. La ex Falck di Sesto San Giovanni e le autostrade lombarde: banche e cemento, politica e corruzione nel feudo della sinistra lombarda” .

IL PREMIO GIORGIO BASSANI

Nel 2010, in occasione del decennale della scomparsa di Giorgio Bassani, Italia Nostra, che lo ebbe come presidente dal 1965 al 1980, decise di dedicargli un premio, di carattere nazionale e con scadenza biennale, destinato ad uno scrittore-giornalista per i propri scritti, o per interventi nel settore della comunicazione, a favore della tutela del patrimonio storico, artistico, naturale, paesaggistico del nostro Paese. Da oltre cinquant’anni Italia Nostra, con più di duecento sezioni sparse in tutto il territorio nazionale, ha contribuito a diffondere la “cultura della tutela e della conservazione” del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, del carattere ambientale delle città.

LA GIURIA

E’ composta da figure di spicco di Italia Nostra e da studiosi dell’opera e cultori del pensiero di Bassani quali Anna Dolfi – Docente di letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Firenze, Carl Wilhelm Macke – giornalista e Segretario Generale dell’Associazione umanitaria “Giornalisti aiutano Giornalisti” di Monaco di Baviera, Alessandra Mottola Molfino – consigliere nazionale Italia Nostra, storica dell’arte e museologa, Gherardo Ortalli – professore di Storia medioevale nell’Università di Venezia, Salvatore Settis – archeologo, storico dell’arte e giurista, Gianni Venturi – docente di Letteratura Italiana presso l’Università di Firenze e Luigi Zangheri, docente di Storia del giardino e del paesaggio e di Restauro dei parchi e giardini storici alla Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze.

ITALIA NOSTRA Ufficio Stampa
Maria Grazia Vernuccio cell.335.1282864 – mariagrazia.vernuccio@gmail.com

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Italia Nostra Onlus