In Evidenza

21-09-2020

Appello per la ricollocazione degli antichi lampadari della Basilica di Santa Croce. Ecco le prime 100 adesioni

APPELLO PER LA RICOLLOCAZIONE DEGLI ANTICHI LAMPADARI  DELLA BASILICA DI SANTA CROCE

QUESTE LE PRIME CENTO ADESIONI

        

L’appello che la Sezione Sud Salento di Italia Nostra ed il Gruppo di Lecce della stessa Associazione hanno predisposto, perché siano ricollocati al loro posto gli antichi lampadari (rimossi alcuni mesi fa) della basilica di Santa Croce a Lecce, ha trovato un’ampia e convinta adesione da parte di numerosi e qualificati cittadini di Lecce o che operano nella città, tra cui molti architetti e professionisti diversi, numerosi opera-tori culturali ed esponenti di associazioni, nonché artisti, storici dell’arte e docenti di diversi Istituti e dell’Università del Salento. 

Il testo dell’appello, con allegato l’elenco delle prime 100 adesioni, è stato inviato in questi giorni a S.E. l’Arcivescovo di Lecce, al Parroco della Basilica di Santa Croce, alla Soprintendente per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto, al Responsabile dell’Ufficio per i Beni culturali dell’Arcidiocesi di Lecce, agli Eredi/discendenti dell’artista Vito Bascià e – per conoscenza – al Sindaco di Lecce.

Nel testo dell’appello si specifica che i 14 lampadari storici in ferro battuto, pro-gettati e realizzati appositamente per la Basilica di Santa Croce dall’artista Vito Bascià nel 1932 presso la sua “Officina Lavorazione Artistica del Ferro”, rappresentano, per la loro fattura e per la valenza storica, una importante testimonianza di quell’artigianato artistico che ha operato a Lecce e nel Salento tra l’800 e la prima età del ‘900. Pertanto con tale appello è stato chiesto che tali manufatti (sottoposti a tutela per effetto del D.Lgs. n.42/204) siano al più presto ricollocati negli stessi spazi  per cui sono stati ideati quasi un secolo fa, in modo da continuare a svolgere la loro funzione di arredo e decoro del più importante monumento del barocco leccese, che non può essere privato di quegli elementi che sono divenuti parte integrante della sua identità.

Tale iniziativa ha già superato le cento adesioni e sta riscontrando la partecipazione anche tra cittadini non leccesi; pertanto chiunque fosse interessato ad aderire all’Appello (anche se non residente ed operante a Lecce) può farlo attraverso l’invio di una E-mail a questo indirizzo sudsalento@italianostra.org o di un SMS al 360 322769 a cui si possono chiedere ulteriori informazioni. Anche le successive adesioni, che per-verranno fino al 18 di ottobre p.v., saranno inoltrate alle istituzioni interessate e verranno divulgate con appositi comunicati sugli organi di informazione stampa.

 

            Per Italia Nostra

            Marcello Seclì

LECCE APPELLO LAMPADARI SANTACROCE con elenco100FIRME

Italia Nostra Onlus