Italia Nostra

Data: 29 Novembre 2020

Chiusura dell’IBC: un atto immotivato e dannoso

Il 24 novembre la Regione Emilia Romagna ha deliberato la chiusura dell’IBC, fondato da Andrea Emiliani e Guido Fanti nel 1974,come riordino istituzionale delle funzioni regionali nel settore del patrimonio culturale.

Italia Nostra fu allora partecipe di quel progetto, esempio nazionale che ispirò anche la nascita dello stesso Ministero voluto da Spadolini. L’associazione aveva organizzato nel 1970 a Bologna un significativo convegno per “ La tutela del beni culturali nella pianificazione territoriale dell’Emilia Romagna”, dichiarando che “Fa parte dell’azione svolta da Italia Nostra fin dalla sua costituzione il chiarire lo stretto rapporto esistente fra il problema della tutela del patrimonio storico artistico e naturale e la pianificazione economica e urbanistica”.

Si era appena conclusa l’iniziativa sperimentale in val di Reno delle Campagne di rilevamento, a tutto campo e partecipate con le comunità locali del patrimonio culturale promosse da Andrea Emilianiper la Soprintendenza di Bologna in una stretta collaborazione fra Stato e la nascente Regione.

L’IBC raccolse le premesse di quella “politica dei beni culturali” con il compito di creare modelli sperimentali di studio applicato al territorio e con una catalogazione delle diverse categorie intesa come “pubblico servizio”, con personale appositamente selezionato e preparato con appositi corsi. Il primo Presidente fu Lucio Gambi che ne indirizzò la raccolta di materiali per una geografia storica della regione e gli succedette Giovanni Losavio.

La legge che ne ha determinato la chiusura viene motivata con la perdita di funzioni riportate allo Stato, senza cercarne una condivisione, senza alcun cenno alle prioritarie funzioni legate alla pianificazione territoriale di competenza regionale, ma vedendone un ruolo di sola fornitura di servizi e promettendo solo la tutela sindacale di un personale ormai demotivato.

Al contrario, oggi le associazioni ambientaliste e i giovani richiedono motivati, consapevoli ed efficaci strumenti per la tutela e la sicurezza del territorio e la conoscenza e conservazione del patrimonio culturale.

Ebe Giacometti

Presidente Italia Nostra

 

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra