Italia Nostra

Data: 5 Giugno 2017

Spente le luci del G7, dal territorio per il territorio: il patrimonio curiamolo insieme!

Italia Nostra, Legambiente e SiciliAntica per un intervento emergenziale
Martedì 6 giugno ore 16.00 presso Palazzo di Città, Salone delle Bandiere 

Per non vedere più scene come quelle della Neapolis di Siracusa inghiottita dalla vegetazione, con sentieri chiusi senza segnalazione o cancelli che sbarrano l’accesso ai turisti, malgrado sia il terzo sito più visitato della Regione, per la prima volta insieme, Italia Nostra, Legambiente e SiciliAntica per cercare di fronteggiare, con una proposta concreta e immediatamente attuabile, le condizioni emergenziali in cui versano non solo i siti minori del patrimonio regionale, ma anche i principali attrattori turistici. Il 6 giugno, presso il «Salone delle Bandiere» del Comune di Messina si terrà il tavolo tecnico-operativo aperto al pubblico, dal titolo «SOS Patrimonio: curiamolo insieme! La task force di Legambiente, Italia Nostra e SiciliAntica per un intervento emergenziale». Obiettivo dell’evento, ideato e curato da Silvia Mazza, storica dell’arte e giornalista de’ Il Giornale dell’Arte, e promosso dalle tre Associazioni impegnate a favore della protezione del patrimonio culturale e ambientale, è la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra queste ultime e l’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana, sulla scorta dell’accordo già raggiunto tra l’assessore Carlo Vermiglio e il CNR-IBAM per il progetto di gestione sperimentale dell’Anfiteatro romano di Catania, che verrà illustrato come case-study dallo stesso direttore, Daniele Malfitana, insieme con i risultati realizzati ad un anno dalla sua firma. Non si è fatta attendere la risposta positiva dell’assessore, che ha assicurato la firma del protocollo: «Il partenariato con le Associazioni Italia Nostra, Legambiente e SiciliaAntica – afferma Carlo Vermiglioè in linea con un indirizzo strategico dell’Assessorato finalizzato a promuovere e sviluppare forme di collaborazione con enti, istituzioni e soggetti pubblici e privati per costruire e condividere una fruizione più qualificata dei nostri siti e mettere a punto buone pratiche per la protezione del nostro patrimonio, anche in situazioni di emergenza. Il Centro regionale della Progettazione e del Restauro che, in passato ha profuso molte energie nella realizzazione della Carta   del Rischio, finalizzata alla prevenzione e alla individuazione dei fattori di rischio del nostro patrimonio culturale , da’ certamente in tal senso un apporto significativo, anche nell’ottica di un rilancio di questo strumento in sinergia con gli interventi realizzati dall’Istituto Centrale del Restauro»… Continua a leggere

Scarica la locandina dell’evento

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra