Italia Nostra

Data: 7 Novembre 2012

Sui Piani di Massima Occupabilità a Roma

Italia Nostra sui “PMO” (Piani Massima Occupabilità) e sulla serrata dei ristoratori. È una questione di civiltà urbana, legalità prima di tutto e rispetto delle esigenze altrui

Nessuno deve subire le prepotenze delle categorie commerciali e di politici troppo “elastici”. Il 31 dicembre 2012 scadono le concessioni di occupazione del suolo pubblico che valgono solo 87 centesimi al mq al giorno, ma quanto rendono? Nuove regole quindi devono essere approvate con estrema urgenza e definitivamente, per modificare l’invasione del suolo e licenze concesse con procedure irregolari. Non si possono subire i soliti ricatti occupazionali di esercenti che abusivamente occupano indecorosamente vie e piazze storiche. Bisogna fare piazza pulita e ricominciare daccapo, mettendo ordine nella selva di ordinanze e contro-ordinanze, frutto di una politica, da decenni, troppo morbida e permissiva.

Il Ministro per i Beni Culturali, Lorenzo Ornaghi, si è espresso in maniera inequivocabile con una normativa che “rafforzi e chiarisca” le regole per la tutela del patrimonio del Centro Storico. Se, dopo la direttiva, le Soprintendenze non applicheranno la norma, ne risponderanno a termine di legge. Italia Nostra Roma chiede di azzerare tutto e ricominciare daccapo. Il Municipio 1 ha l’obbligo, entro fine novembre, di comunicare agli esercenti la scadenza della concessione, se questa data non verrà rispettata, il caos vergognoso ed indecoroso del Centro Storico non avrà fine. Italia Nostra Roma chiede al Sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno di assumere a sé la cabina di regia nella quale la cultura e la tutela del Centro Storico sia il nodo focale, fornisca aiuto e supporto al Municipio 1 affinché nessuno possa trincerarsi dietro la scusa “non abbiamo personale sufficiente”.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra