Italia Nostra

Data: 2 Luglio 2013

Alpi Apuane: l’intervento di Italia Nostra all’audizione dell’Ente Parco

Pubblichiamo l’intervento di Franca Leverotti, consigliere nazionale di Italia Nostra, tenuto ieri durante l’audizione delle associazioni ambientaliste voluta dall’ente Parco delle Alpi Apuane in merito al Piano Estrattivo in via di approvazione Alpi Apuane.

Prendo la parola come consigliere nazionale di Italia Nostra e ringrazio il presidente Putamorsi per aver voluto sentire la voce, forse è più esatto dire le voci, delle associazioni ambientaliste, convocate IN TEMPI un po’ STRETTI sul tema attività estrattive, nella fase in cui si sta approvando il Piano per il Parco. Un Parco davvero anomalo dal momento che all’interno di quest’area ritenuta meritevole di protezione vi sono attività estrattive , ambiguamente indicate come “area contigua di cava”.

Ci si appiglia, per giustificarle, allo Statuto, laddove nel paragrafo 2 comma 1 si indica come finalità del Parco, cito testualmente, << il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità locali>> (senza considerare peraltro che esistono anche altre, diverse attività: agricole, di allevamento, e soprattutto turistiche che si potrebbero sviluppare).

Ci si appiglia a questa frase nonostante il comma prosegua con <<la tutela dei valori naturalistici, paesaggistici e ambientali, il restauro dell’ambiente naturale e storico, il recupero degli assetti alterati in funzione del loro uso sociale, la realizzazione di unequilibrato rapporto tra attività economica ed ecosistemi>>. E, invero, il comma 2 dello Statuto esplicita: << Tali finalità sono perseguite attraverso una gestione unitaria , particolare e continua PER GARANTIRE la conservazione , la valorizzazione e lo sviluppo dei beni protetti>>. Ed è proprio sulla identificazione delle aree estrattive che voglio segnalare la prima ILLEGITTIMITA’: Infatti la cartografia allegata al piano istitutivo del Parco, relativamente all’individuazione delle aree estrattive, è una cartografia errata, volutamente costruita senza nessun criterio scientifico. Per chiarire, siamo cartograficamente al livello di conoscenze dell’età romana e medievale… (continua a leggere il documento)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra