Italia Nostra

Data: 6 Luglio 2012

Fermo, Serata in Stazione

Sabato 7 luglio la XIV edizione in occasione della Notte Bianca a Fermo

Una SERATA in STAZIONE con ITALIA NOSTRA per far rivivere “lu Trinittu”

Si esibirà La PARANZELLA di PIANELLA, Compagnia Popolare degli Abruzzi

Una magica Serata sotto le stelle, seduti lungo la monumentale Scalinata “Ernesto Besenzanica” della Ferrovia Adriatico-Appennino (1908 – 1956), per far rivivere “Lu Trinittu” secondo le antiche tradizioni. Torna la Festa alla Stazione di Santa Lucia, molto attesa da fermani e sangiorgesi, ma anche dai turisti già presenti in città e in provincia.

Per sabato 7 luglio a Fermo, ore 21, Italia Nostra ha organizzato la XIV edizione dello spettacolo folkloristico “Serata in Stazione”, ospite “La Paranzella di Pianella”, Compagnia Popolare degli Abruzzi, fondata nel 2004.

Condotto dal musicista Crispi Seccia e dalla maestra Antonella Del Giudice, il gruppo si propone di ripristinare e di riportare in auge uno spaccato di vita culturale popolare della civiltà agro-pastorale abruzzese del periodo che va dalla fine del IX alla metà del XX secolo.

Nel 2011, in occasione della ricorrenza del Centocinquantenario dell’Unità d’Italia, ottiene, dal comune di Pianella in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il riconoscimento di “Gruppo di Musica Popolare e Amatoriale di Interesse Nazionale”.

Per la realizzazione dei costumi tradizionali la Compagnia si è ispirata a documenti iconografici redatti da artisti inviati in Abruzzo dal Re di Napoli. Nel settore strumentale si sono aggiunti la “ddu botte”, chitarra e idiofoni di varia struttura, tra cui si citano la “valichira”, li ”mattiaminde”, il “sistro” e lu “mascrille”, strumento che dirigeva i passi di danza. Un cenno merita la zampogna zoppa in quanto modello autoctono abruzzese della Valle Siciliana. Il repertorio è composto da canti, musiche e danze recuperati attraverso testimonianze dirette e registrazioni originali. La “Paranzella” prende il nome dalle antiche formazioni strumentali dette “Le Paranzelle”, piccoli gruppi di suonatori composti da zampogne, ciaramelle, catubbe, cibassi, flauti, piatti e tamburi monopelle e bipelle. La Paranzella, sotto il profilo strumentale, è un ampliamento della primitiva formazione de “Li Tamurre”, gruppi di musicisti presenti negli Abruzzi in occasione di feste popolari di contrade e campagne. Dalle Paranzelle, successivamente, sono nate le bande e i complessi bandistici da giro.

Per l’evento, inserito nella “Notte Bianca” fermana, Italia Nostra, grazie agli associati Marcella Ciferri e Marcello Paniccià, ha creato un originale allestimento del palco. Partecipano, come sempre, con frizzanti poesie, detti piccanti, novelline e simpatiche filastrocche popolari, Elvira Parlatoni e Angelo Ciuccarelli, presenta Franco Ciucani. ‘Rviretta e ‘Ngiulì reciteranno alcune poesie tratte dal volume “Lu paja…ricciu” realizzato da Luigi Bracalenti di Curetta di Servigliano.

“Serata in Stazione” apre le celebrazioni per il venticinquennale della STEAT spa, Società pubblico-privata che ha ereditato le linee e il servizio della F.A.A., “Ferrovia Adriatico-Appennino”.

Per avere diritto all’ingresso gratuito in Platea (accesso da via Corridoni, parcheggio  consigliato piazzale ex Palestra “Montani” o piazzale IPSIA “O. Ricci” in via Salvo d’Acquisto), gli associati di Italia Nostra debbono presentare la Tessera personale 2012 e il Biglietto nominativo loro spedito. Per i non iscritti l’ingresso in Platea è consentito con un contributo spese minimo di 5,00 euro.

Per assistere all’originale spettacolo dalla Scalinata, meglio se muniti di un cuscino, (ingresso e parcheggio in via Bellesi, a fianco Biennio Istituto Tecnico “Montani”) l’accesso sarà libero e gratuito. Gli ingressi Platea e Scalinata non sono comunicanti.

Con questa iniziativa Italia Nostra lancia l’ennesimo allarme per salvare e recuperare la vecchia stazione di Santa Lucia con il caratteristico chiosco, entrambi in totale degrado e abbandono.

La manifestazione è realizzata con la preziosa collaborazione del Comune di Fermo, con il Patrocinio del Comune stesso, della Provincia di Fermo, della Regione Marche, della STEAT, del Sistema Turistico Locale “Marca Fermana” e dell’UNPLI provinciale, e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo. Un particolare ringraziamento anche alla Croce Verde, alla ditta Lucci, alla Cooperativa “Naval Artigianelli” e all’ASITE, tutte di Fermo.

Informazioni ai recapiti di Italia Nostra: Tel. & Fax 0734 228628 – Cell. 348 8163918

fermo@italianostra.orghttp://italianostra.fermo.fm

Scarica il depliant dell’evento

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra