Italia Nostra

Data: 23 Giugno 2011

Fermo, serata sotto le stelle presso la scalinata della stazione

Italia Nostra, per tenere viva l’attenzione sul recupero dell’ex ferrovia Porto S. Giorgio-Fermo-Amandola, attiva dal 1908 al 1956, anche quest’anno, per la tredicesima volta, ripropone “Serata in Stazione”, l’originale spettacolo folkloristico presso l’ex stazione di Santa Lucia a Fermo.

Sabato 25 giugno, alle ore 21, anziani e bambini, residenti e turisti, sono invitati presso la monumentale scalinata Ernesto Besenzanica per trascorrere una magica serata sotto le stelle. Rivivrà “Lu Trinittu” con stornelli, canti, balli, musiche e danze della tradizione popolare, ospite il gruppo folk “La Mannola” di Amandola, formatosi recentemente con finalità di ricerca delle antiche tradizioni. Il gruppo, composto in gran parte da giovani elementi, attraverso coreografie e colorati costumi, ritmi musicali allegri e vivaci, riproporrà usanze tipiche dell’alta Valle del Tenna e delle Marche. Lo spettacolo, come consuetudine, sarà condotto da Franco Ciucani; allieteranno la serata i noti attori fermani in vernacolo Elvira Parlatoni e Angelo Ciuccarelli. Alle frizzanti poesie, tutte dedicate a Fermo e a caratteristici personaggi della Città, quest’anno si aggiungerà una simpatica scenetta, riduzione da un atto unico de “La gita” di Franco Ciucani.

Italia Nostra invita i nostalgici de “lu trinittu” a riempire la scalinata, segno di amore e apprezzamento per una ferrovia che è rimasta nel cuore del territorio, e di un tempo che non c’è più. Per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia l’Associazione ha riservato a tutti i partecipanti una piacevole sorpresa, ma bisognerà attendere proprio la fine dello spettacolo.

Con l’iniziativa Italia Nostra vuole lanciare l’ennesimo appello per salvare e recuperare il prezioso patrimonio architettonico e paesaggistico della Ferrovia Adriatico-Appennino, che ha rappresentato un forte elemento di coesione socio-culturale del territorio. L’attenzione sarà rivolta, in particolare, alla ex stazione di S. Lucia con il caratteristico chiosco, pregiati edifici posti sotto tutela, che debbono essere presto ristrutturati, pena la loro definitiva scomparsa. La scelta, voluta, di invitare un gruppo di Amandola, rende quest’anno ancora più forte il legame tra la montagna, la collina e il mare.

Si può accedere liberamente e gratuitamente (meglio muniti di un cuscino) alla Scalinata “Ernesto Besenzanica” da viale Bellesi, a fianco del Biennio ITI Montani, dove è anche facile parcheggiare. L’ingresso in Platea, per stare più comodi, è consentito solamente da via Tomassini-Corridoni, e richiede un contributo di 5 euro (ingresso gratuito per gli associati di Italia Nostra in regola con il pagamento della quota 2011, che avranno un accesso riservato). In caso di maltempo lo spettacolo sarà rinviato a domenica 26 giugno.

La manifestazione, sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, è realizzata con il patrocinio del Comune di Fermo, della Provincia di Fermo, della Regione Marche, del STL “Marca Fermana”, della STEAT spa, dell’UNPLI Comitato Province di Ascoli e Fermo. Preziosa, come nelle precedenti edizioni, la collaborazione dei settori Manutenzione, Polizia Municipale e Ambiente del Comune di Fermo, dell’ASITE srl, della Croce Verde di Fermo e della ditta LUCCI.

Per informazioni telefonare a Italia Nostra, 0734 228628 – 348 8163918, oppure inviare una mail a fermo@italianostra.org.

leggi il programma

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra