Italia Nostra

Data: 18 Giugno 2014

L’originale spettacolo di Italia Nostra per ricordare “Lu trinittu” (XVI edizione)

A Fermo, lungo la Scalinata dell’ex Stazione di Santa Lucia. Sabato 21 giugno con le tradizioni e il folklore, ospite il gruppo napoletano ‘O Pazziariello

Torna alla Scalinata “Ernesto Besenzanica” dell’ex stazione di Santa Lucia a Fermo il tradizionale appuntamento con il folklore. Sabato 21 giugno, alle ore 21, Italia Nostra chiama tutti a raccolta per far rivivere l’epoca della ferrovia che tra il 1908 e il 1956 ha collegato la montagna al mare. Scenette, stornelli, canti, balli, danze e musiche della tradizione popolare si alterneranno per creare una magica serata sotto le stelle, nostalgia per gli anziani, curiosità e novità per le giovani generazioni. Quest’anno salirà sul palco il gruppo folklorico ‘O Pazziariello di Torre Annunziata, fondato nel 1974, composto da 25 elementi, aderente alla F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari). Lo spettacolo proposto dal gruppo rappresenta momenti di vita napoletana: un viaggio emozionale che si snoda come in un dedalo di vicoli e piazze sulle note di innumerevoli motivi classici della canzone partenopea. Le coreografie ed i balli (Ballo del mercato, Ballo dei pastai, Ballo degli scugnizzi, ‘Ntrezzata, Ballo delle lenzuola, Ballo dei Pulcinella, Tarantella) riproducono il pullulare ed il fluttuare eterno di questo popolo nel suo vivace vivere quotidiano.

I costumi, di ispirazione settecentesca, ripropongono il rosso del Vesuvio e il blu del mare, che da sempre forgiano e condizionano la tempra del popolo napoletano. Il tutto dipinge abilmente un acquerello che dal chiassoso clima del Mercato passa ai romantici motivi del Mare per esplodere nella festosa e coinvolgente Piedigrotta. Rallegrano la Serata con brillanti testi dialettali e frizzanti poesie in vernacolo Elvira Parlatoni (‘Rviretta) e Angelo Ciuccarelli (‘Ngiulì), presenta Franco Ciucani, attori della Filodrammatica dialettale “Firmum”. Attraverso questa iniziativa Italia Nostra rilancia un forte messaggio per stimolare il recupero della vecchia stazione abbandonata, della monumentale Scalinata “Besenzanica” e del caratteristico chiosco della rimpianta ferrovia Porto S. Giorgio-Fermo-Amandola. Per avere diritto all’ingresso gratuito in Platea (accesso unico da via Corridoni, parcheggio  consigliato nei piazzali ex Palestra “Montani” o IPSIA “O. Ricci” in via Salvo d’Acquisto), gli associati di Italia Nostra debbono presentare la Tessera personale 2014 e il Biglietto nominativo loro spedito. Per i non iscritti l’ingresso in Platea è consentito con un contributo spese minimo di 7,50 euro.

***

Informazioni:

ITALIA NOSTRA / Fermo – fermo@italianostra.org – Tel. & Fax 0734 228628 – 348 8163918

Per assistere all’originale spettacolo dalla Scalinata, meglio se muniti di un cuscino (ingresso unico e parcheggio in via Bellesi, a fianco Biennio Istituto Tecnico “Montani”) l’accesso sarà libero e gratuito. Gli ingressi Platea e Scalinata non sono comunicanti.

La manifestazione è realizzata in collaborazione con il CSV Marche, con il Patrocinio del Comune di Fermo (che l’ha inserita nel programma estivo), della Provincia di Fermo, della Regione Marche, della STEAT, del GAL Fermano, dell’Associazione Turistica “Marca Fermana”, dell’UNPLI-Comitato delle Province di Ascoli e di Fermo, della F.I.T.P., e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e della SOLGAS.

Un particolare ringraziamento anche alla Pro Loco di Lapedona, alla Filodrammatica dialettale “Firmum”, alla Contrada “Campolege, alla Croce Verde e alla ditta Lucci di Fermo.

(clicca sul manifesto per ingrandirlo)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra