Italia Nostra

Data: 3 Aprile 2014

Le Domeniche Culturali di Ancona: per rocche e castelli in Val Metauro

PROGRAMMA  13 aprile 2014–

La visita guidata ci porta nella Bassa Valle sinistra del  Metauro, percorsa dalla via Flaminia costruita dal censore romano Flaminio, da cui prese il nome, nel 220 a.C. e dove avvenne la battaglia “del Metauro” con la quale i Romani distrussero nel 208 a.C. l’esercito cartaginese di Asdrubale, fratello di Annibale. Visiteremo i centri fortificati che furono contesi nel medioevo tra i Montefeltro, i Malatesta, gli Sforza, i Della Rovere, il comune di Fano, lo Stato della Chiesa. Inizieremo con il visitare Saltara, famosa per la produzione della canapa e per i suoi mercati e fiere, il suo centro storico circondato da mura e con una lunga scalinata che sale al borgo dominato da una torre medioevale restaurata. Vicino al centro si trova la Chiesa di S. Maria del Soccorso, ricostruita nel 1775 dall’arch. Francesco Maria Ciaraffoni ove vi sono tele ed affreschi del XVI e XVII secolo. Raggiungeremo poi Cartoceto, disteso sul declivio di un colle e famoso per il suo olio, circondato da mura con i resti di una torre del 1351. Collegiata di S. Maria della Misericordia con dipinti del Morganti e opere del Barocci e del Ceccarini e un organo, del 1779. Sulla strada tra Cartoceto e Mombaroccio si incontra il Convento del Beato Sante Brancorsini, romitorio francescano fondato nel 1223, ingrandito nel ‘500 dall’arch. Girolamo Genga. Ha una chiesa con portale gotico e all’interno opere di scuola marchigiana del XIV e XV secolo ed una tavola attribuita a Cola dell’Amatrice. Infine Mombaroccio, cinto da mure quattrocentesche munite di torri, la Porta Maggiore e la Porta Marina. Nella Chiesa di S. Vito una “trasfigurazione” di scuola del Barocci ed una Madonna del Rosario attribuita a Claudio Ridolfi. La Chiesa di San Marco ha al suo interno il Museo di Arte Sacra con ben 150 reperti. Al ritorno, presso Saltara, visiteremo la Villa del Bali (dell’ordine militare cavalleresco di S.Stefano) di antichissima origine, restaurata nel 1700 ed oggi sede di un museo interattivo della Scienza e di un planetario. Rientro in serata. E’ prevista sosta pranzo presso un ristorante, per chi lo vorrà. L’itinerario potrà subire modifiche.

ASPETTI ORGANIZZATIVI

Prenotazione obbligatoria entro venerdì 11 aprile quando la sede sarà aperta dalle 17 alle 19. La visita guidata avrà luogo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti. La quota di partecipazione è prevista in € 35 euro e comprende il viaggio in pullman, il resto escluso. Partenza da Ancona Passetto ore 08.30, p.zza Diaz ore 08.35, Stazione Ancona 08.40, Stazione FFSS Falconara ore 08.50, Castelferretti (Gaggiotti) ore 8,55. Rientro in Ancona in serata.

Iniziativa riservata ai soci ed a coloro che vogliono diventare soci e che, partecipando per la prima volta alle Domeniche Culturali, potranno usufruire dell’offerta promozionale che consiste in uno sconto del 50% sulla tessera di iscrizione (€ 17,50).

***

Per informazioni:

Sede in via Bonda, 1/b, 60121 Ancona, tel. & fax  071 56307, cell. 327/8238123, email: ancona@italianostra.org, sito:www.italianostra-ancona.org, Facebook « Italia Nostra Ancona « e »Eventi Italia Nostra

Apertura sede venerdì ore 17-19 e su appuntamento. Contributo 5X1000 CF80078410588

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra