Italia Nostra

Data: 23 Maggio 2016

“Le domeniche culturali” di Ancona: Vincenzo Pagani ad Altidona, Offida, La Sentina

Dove – nel Sud delle Marche nelle provincie di Fermo e di Ascoli Piceno.

Perché – A visitare alcuni siti culturali e naturalistici importanti.

ALTIDONA per vedere nella chiesa parrocchiale un quadro del Pagani (Madonna con il bambino, due santi ed il donatore) ed un antico polittico di fine 1300, Santa Maria del Manù attribuita a Cristoforo Cortese con la raffigurazione di S.Ciriaco diacono, una delle poche raffigurazioni del nostro santo patrono.

OFFIDA fondata nel 578 d.C. dagli ascolani, in fuga per l’invasione longobarda, divenne già nel VII secolo sede di un Gastaldato longobardo. Nel 1261 una bolla di papa Urbano IV conferma i poteri dell’Abbazia di Farfa su Offida istituendo il Presidato Farfense. Da vedere le mura che la circondano, il municipio ed alcune chiese tra le quali Santa Maria della Rocca. Sita all’estremo occidentale dell’abitato, risulta circondata su tre lati da altrettanti dirupi che la ritagliano esaltandone l’imponenza e aprendola allo sguardo di due vallate. La grande costruzione in laterizio in stile romanico-gotico si deve al Maestro Albertino. Visiteremo anche la Chiesa Collegiata, costruita tra il 1785 e il 1798 dall’architetto ticinese Pietro Maggi che ha un interno in stile neoclassico Luigi XVI con conservato un cofanetto ligneo duecentesco con molte reliquie, un gruppo ligneo del Cinquecento, un crocifisso ligneo di Desiderio Bonfini (1612), pitture dei secoli XIV, XV e XVI (scuola crivellesca e scuola di Pietro Alemanno) con un bellissimo coro, contiene le reliquie di San Leonardo di Noblac. Offida è famosa anche per la tradizione del merletto a tombolo.

RISERVA DELLA SENTINA è la più piccola riserva naturale della nostra regione alle foci del fiume Tronto, con un paesaggio fatto di dune, di aree umide retro dunali e di una rarissima prateria salata. Zona di sosta di uccelli migratori, nota per la Torre sul Porto, edificio per l’avvistamento costruito nel 1547, lì dove la foce del Tronto era navigabile. Previsto un breve percorso a piedi e quindi scarpe comode.

Aspetti organizzativi- Prenotazione e versamento quota adesione entro venerdì 3 giugno quando la sede è aperta dalle 17 alle 19. La quota di partecipazione è di € 35 e comprende il viaggio in pullman, escluso il resto. Partenza dal Passetto ore 8,00, p.zza Diaz ore 8,05, Archi ora 8,10, Stazione FFSS Ancona ore 8,15, Stazione FFSS Falconara Marittima ore 8,20. Rientro in Ancona in serata. Riservata ai soci. La visita guidata avrà luogo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti. Prevista sosta per il pranzo. Il presente programma potrà subire modifiche. Offerta promozionale per i non soci che per la prima volta partecipano alle Domeniche Culturali.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra