Italia Nostra

Data: 29 Gennaio 2020

Manifestazione del 31 gennaio a Massa

Come deliberato nel Consiglio Direttivo del 24 gennaio scorso, il 31 gennaio alle ore 9 saremo in piazza del Tribunale con gli striscioni di Italia Nostra a difendere le APUANE. L’iniziativa, organizzata dalle associazioni ambientaliste, vuole sostenere Franca Leverotti, amica e socia di Italia Nostra che, per le sue indefesse lotte contro le cave che commettono abusi e le procedure di autorizzazione, è sotto processo.

Dopo la denuncia penale (archiviata) per diffamazione e minacce ai funzionari perché chiudano le cave di un concessionario massese, oggi deve rispondere dell’incredibile richiesta di 5,5 milioni di euro da pagare come risarcimento al sindaco di Vagli per aver sollevato per mail il problema delle autorizzazioni.

La denuncia è stata presentata a giugno 2017, nonostante la risposta dell’Avvocatura Regionale inviata a Parco e Comune di Vagli fin dall’aprile 2017: <<In base alla normativa si ritiene, quindi, non possa configurarsi l’ipotesi di rilasciare PCA (pronuncia di compatibilità ambientale) incompleta… di conseguenza, in linea teorica sembra potersi affermare che il Comune, a fronte di una PCA positiva, possa rilasciare l’autorizzazione, ciò nonostante detta autorizzazione, in concreto, è ILLEGITTIMA PER DIFETTO DI ISTRUTTORIA>>.

Ricordiamo che l’Europa per la procedura incompleta cava Colubraia a Vagli ha aperto una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia. Respingiamo ogni forma di intimidazione e rivendichiamo il DIRITTO alla critica e alla conoscenza, a maggior ragione nel momento in cui NON si scrive alla stampa, ma dubbi e perplessità si propongono per mail agli enti di riferimento: Soprintendenze, Regione e anche Ministeri,  per avere  chiarimenti.

per la Sezione di Massa, il presidente Bruno Giampaoli

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra