Italia Nostra

Data: 28 Luglio 2022

Consumo di suolo in Italia insostenibile: nel 2021 il valore più alto degli ultimi 10 anni

Il rapporto ISPRA 2022 su “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici” è chiaro: nel Belpaese, con una media di 19 ettari al giorno, il valore più alto negli ultimi dieci anni, e una velocità che supera i 2 metri quadrati al secondo, il consumo di suolo torna a crescere e nel 2021 sfiora i 70 km2 di nuove coperture artificiali in un solo anno. Il cemento ricopre ormai 21.500 km2 di suolo nazionale, dei quali 5.400, un territorio grande quanto la Liguria, riguardano i soli edifici che rappresentano il 25% dell’intero suolo consumato.

Questi dati confermano la necessità, più volte ribadita da Italia Nostra, della pianificazione del territorio e del contrasto alle spinte speculative della rendita fondiaria. L’associazione è d’accordo con Stefano Laporta, presidente di ISPRA, che questo ritmo di consumo di suolo, risorsa non rigenerabile, sia insostenibile nel medio/lungo periodo. La mancata riproposizione nell’attuale legislatura della proposta di legge in tal senso, ferma da più di un decennio nel parlamento, è la riprova di quanto la classe politica sia inconsapevole della conseguenze. Non si aspetti l’ennesima alluvione o frana per mettere all’ordine del giorno del dibattito politico e della campagna elettorale già in corso un argomento così importante per il futuro del Paese.

 

 

Edoardo Croci

presidente f.f. Italia Nostra

 

Leandro Janni

Italia Nostra Sicilia

Photo by Klim Musalimov on Unsplash

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra