Foto del giorno

Data: 22 Aprile 2020

Elogio della gentilezza. Leopoldo Saturno: migrante, finanziere e benefattore

LEOPOLDO SATURNO: MIGRANTE, FINANZIERE E BENEFATTORE

Partito contadino, fece fortuna negli States ma non si dimenticò mai della propria comunità d’origine

 

Collegata al banchiere galantuomo  Peter Giannini, la vicenda di un altro ligure emigrato negli USA,  dove aveva fatto fortuna diventando  uno dei fondatori della Bank of America: Leopoldo Saturno, anche egli originario della Val Fontanabuona, figura meno conosciuta di Giannini ma non per questo meno affascinante.

I busti di Leopoldo Saturno e di sua moglie Teresa

Nato nel 1858, cresciuto nell’Istituto Pammatone di Genova come tanti altri orfani, fu affidato alla età di 8 anni ad una famiglia di San Marco d’Urri, frazione di Neirone, dove aveva vissuto serenamente lavorando nei campi fino a quando, a venti anni, nel 1878, decideva di tentare la fortuna emigrando negli Stati Uniti insieme alla giovane moglie Teresa, così come avrebbero fatto molte centinaia di migliaia di corregionali. Dopo aver viaggiato a lungo negli USA,  si trasferiva a vivere a Reno, in Nevada. Per le sue indiscusse capacità, diventava imprenditore agricolo di successo; in seguito si dedicò alla finanza, diventando un punto di riferimento per gli  italiani negli Usa, per gli emigrati di San Marco ed investendo in azioni della Bank of America. Ecco allora che le vicende dei due emigrati di successo si intrecciano, unite dal successo raggiunto nella nuova patria e da un sentimento di gratitudine nei confronti della terra di origine. In particolare, Leopoldo – detto Peter – non si dimenticherà mai della accoglienza ricevuta, da povero orfano, dagli abitanti di San Marco D’Urri. Questo senso di gratitudine nei confronti della sua ‘famiglia allargata’  lo aveva trasmesso ai cinque figli, ai quali aveva lasciato per testamento – dopo la morte avvenuta nel 1919 – una grande fortuna costituita da numerose azioni della Bank of America, parte delle quali aveva deciso di destinare ai corregionali, mai dimenticati. Nel 1959, a quaranta anni dalla scomparsa, due dei figli di Leopoldo, Victor e Joseph, decidevano di onorare la memoria del padre, predisponendo una donazione per i 284 residenti di San Marco D’Urri.

panorama della Val fontanabuona

A ciascuno di questi abitanti, riuniti nella chiesa del paese alla presenza del vescovo, Mons. Francesco Marchesani, veniva consegnato dal banchiere Aurelio Gandini della Bank of America di Milano un assegno di 25.000 azioni, per un totale di 340.000 dollari, una cifra molto elevata per quell’epoca: il corrispondente di 750.000 lire per ognuno, 210 milioni di lire in tutto. Grande la commozione ed indicibile la gratitudine nei confronti del benefattore, alla cui memoria il paese volle dedicare una fontana in marmo con i busti di Leonardo e della moglie Teresa, monumento inaugurato dai figli Victor e Joseph, durante una cerimonia molto commovente e partecipata nell’ottobre del 1960.

 

I figli di Leopoldo e Teresa

Lo stesso Corriere della Sera aveva dedicato un ampio servizio alla ‘pioggia di milioni a San Marco’ proveniente da un ricco emigrato – già povero contadino – ai suoi compaesani. Da allora in poi la generosità di Leopoldo  Saturno viene  ricordata con cerimonie ufficiali nella Val Fontanabuona e nel suo paese di origine, i cui abitanti aveva contribuito a salvare da un destino di miseria e di nuova emigrazione. Per questo motivo abbiamo voluto proporre le figure straordinarie di Peter Giannini e di Leonardo Saturno, entrambi partiti – come tanti altri poveri migranti – alla fine del XIX secolo dalla Liguria per gli USA e diventati ricchi grazie al loro ingegno. Ricordando le loro origini avevano deciso di non voltare le spalle ai connazionali in difficoltà. Ciascuno dei due, a suo modo.

In questo periodo di crisi sanitaria, sociale ed  economica ma soprattutto etica, tali vicende che sanno di ‘utopia’ – meritano di essere conosciute come esempio di vicinanza e solidarietà verso la comunità locale – intesa come famiglia allargata – alla quale tutti dovremmo guardare con maggiore attenzione, ricordando – con Papa Francesco – che…‘siamo tutti sulla stessa barca e che non ci possiamo salvare da soli’ e con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ‘…è necessaria la solidarietà di tutti per la ripartenza del nostro Paese.’.

 

23 aprile 2020                                         Teresa Liguori Vice Presidente nazionale Italia Nostra

 

 

 

Si ringraziano il vice Presidente della sezione del Tigullio, avv.to Luca De Paoli, e la dott.ssa Sara Pastorino per la cortese disponibilità e la squisita collaborazione, con l’auspicio di poter organizzare, appena chiuso il periodo di isolamento, una iniziativa congiunta aperta alla comunità cittadina ed alle scuole del territorio per ricordare le due straordinarie figure del geniale banchiere A.Peter Giannini e del generoso ‘Zio di America’, Leonardo Peter Saturno.

 

 

 

Note

  • settimanale Life del 23 novembre1 959
  • settimanale Life del 10 ottobre 1960
  • Corriere della Sera del 22 novembre1 959

http://www.corfole.it/lettura_notizie.php?page=2&id=3460&tb=news_giornale&ctg=attualita&t=Fare+del+bene+porta+bene+(e+a+volte+vale+una+fortuna)+-+L%27incredibile+storia+del+paese+che+ricevette+in+dono+un%27enorme+somma+di+denaro%3Ae+tutto+grazie+a+un+trovatello%0D%0A

http://www.corfole.it/lettura_notizie.php?id=8&tb=news_giornale

https://books.google.it/books?id=XlUEAAAAMBAJ&pg=PA151&lpg=PA151&dq=leopoldo+saturno&source=bl&ots=R3SWL_DAOP&sig=ACfU3U1RqBlrSJC_w9kRmdgmEtK06HFgIQ&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjK-Njqx_LoAhV_QEEAHRF4BUgQ6AEwCXoECAkQAQ#v=onepage&q=leopoldo%20saturno&f=false

Si veda anche:

https://www.italianostra.org/finanza-etica-e-lungimiranza-politica-amadeo-peter-giannini-il-banchiere-galantuomo/

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra