Foto del giorno

Data: 24 Luglio 2020

Italia Nostra propone di dedicare un parco culturale tra Calabria, Basilicata e Puglia allo scrittore George Gissing, autore di “Sulle rive dello Jonio”

ITALIA NOSTRA PROPONE DI DEDICARE UN PARCO CULTURALE TRA CALABRIA BASILICATA E PUGLIA ALLO SCRITTORE GEORGE GISSING – AUTORE DI “SULLE RIVE DELLO JONIO”-

Rispetto all’epoca del Grand Tour i tempi sono certamente cambiati, ma il desiderio di riscoprire luoghi e culture diversi costituisce una peculiarità non solo di viaggiatori illustri come quelli del Grand Tour, ma anche del viaggiatore contemporaneo che, attraverso la visita ai siti- parchi archeologici, alle riserve marine e naturali oltre che ai centri storici – anche minori – ed alle città d’arte, va alla ricerca (prima che sia troppo tardi) di testimonianze autentiche del passato, facendo memoria e conoscenza diretta del patrimonio tramandato dai nostri antenati  per apprezzarne il valore e per ispirarsi – nel presente – ad azioni di tutela efficaci e positive.                                                                                                                                                            

Per questo motivo, la proposta di Italia Nostra del Parco culturale-storico-archeologico “Sulle Rive dello Ionio”  (By the Ionian Sea) dedicato allo scrittore inglese George Gissing, potrebbe realizzarsi se entrasse  a far parte dei progetti di sviluppo regionale e nazionale, con riferimento sia alla tutela dei Beni Culturali sparsi nella regione, spesso in condizioni di incuria e di abbandono, che al potenziamento delle infrastrutture ferroviarie, stradali e marittime, attualmente carenti soprattutto nella fascia ionica della Calabria. 

E’ quanto Italia Nostra chiede da tempo,  organizzando convegni e scrivendo articoli sulla stampa locale, nazionale oltre che su  ”The Gissing Journal” (la rivista pubblicata a Londra dal Gissing Trust, la Fondazione dedicata allo scrittore). Anche durante il Convegno “Crotone sulla scia del Grand Tour” organizzato il 22 Giugno 2002 dal Rotary Club, l’accademico prof. Pierre Coustillas  ed  il prof. Badolato, Presidente del Gissing Trust Italia, avevano ribadito ed incoraggiato l’istituzione del Parco culturale proposto dall’ Associazione. Da notare che il Parco “George Gissing – Sulle Rive dello Ionio” avrebbe una valenza transregionale, interessando tre regioni meridionali Puglia, Lucania, Calabria, tutte situate sulle sponde del mar Ionio, con una comune origine magno-greca, collegate dalla antica ferrovia jonica, che George Gissing utilizzò nel suo itinerario verso la Calabria del novembre 1897.  Lo scrittore,  infatti,  partendo da Taranto, si era fermato a visitare le aree archeologiche di Metaponto, Sibari, Crotone, per arrivare a Catanzaro, Squillace, ed infine a Reggio Calabria.

Per illustrare tale proposta, il direttivo della sezione di Crotone aveva invitato la sezione di Taranto ad una tavola rotonda  il 21 ottobre 2000 nel Museo Nazionale di Sibari, nel salone dedicato ad Umberto Zanotti Bianco. Una collaborazione positiva tra le due sezioni, proseguita nel tempo, che aveva portato, alcuni anni più tardi,  alla riuscita ed originale iniziativa della Regata Velica della Magna Graecia tra Taranto e Crotone, dedicata al Presidente e cofondatore di Italia Nostra Umberto Zanotti Bianco, in data 19-20 e 21 settembre 2008. Le due sezioni, supportate dai rispettivi circoli della Lega Navale di Crotone e di Taranto, avevano organizzato, alla presenza del presidente nazionale Giovanni Losavio, delle giornate di studio molto seguite nel corso del I Trofeo della Magna Grecia – Regata Velica Taranto-Crotone , coniugando una competizione sportiva altamente “ecologica” e  rispettosa del mare con la tutela attiva del paesaggio costiero.        

Una esperienza culturale ed umana molto positiva, che merita di essere proposta ad altre sezioni. Per quanto riguarda il parco Culturale George Gissing – Italia Nostra conferma la proposta di scegliere come sede  l’antico albergo Concordia, che ha ospitato i tre viaggiatori illustri del Grand Tour  che hanno visitato Crotone lasciando memoria nelle loro opere : F.Lenormant, George Gissing e poi N. Douglas, dei quali presenteremo un approfondimento nell”articolo sul Grand Tour, pubblicato qui di seguito.        Con riferimento alla permanenza di George Gissing a Crotone, quanto mai opportuno rivisitare i luoghi descritti in By The Jonian Sea, promuovendo degli ITINERARI legati allo scrittore ed al dott.Riccardo Sculco, il medico crotonese che lo aveva curato e salvato da una grave forma di polmonite.            

 

                                                                                                    

 

Partendo dalla stazione ferroviaria, alla cui parete di ingresso e” stata apposta da Italia Nostra  la targa di marmo dedicata agli illustri viaggiatori, si prosegue con il portale Berlingieri, l”albergo Concordia, il vecchio Municipio, dove Gissing fu ricevuto dal sindaco della città,  l”antico camposanto, dove incontrò il gentile guardiano Giulio Marino, ed il promontorio di Capo Colonna, con la colonna dorica, unica superstite di un tempio famoso e frequentato nella antichità, sito tanto agognato dal viaggiatore inglese  ma che, a causa della malattia, non avrebbe mai visitato!                              Se la proposta di Parco Culturale ed Archeologico tra Calabria Puglia e Basilicata fosse accolta, si potrebbe far conoscere e  celebrare degnamente la figura di uno scrittore, studioso dell’antichità classica e della Magna Graecia, che ha reso famoso il meridione d’Italia grazie ai suoi racconti di viaggio,  contribuendo  a far emergere un nuovo modello di sviluppo realmente sostenibile per le regioni del Mezzogiorno, finalizzato alla tutela e salvaguardia del suo rilevante e spesso poco conosciuto patrimonio culturale e naturale.                       

Lì, 25  Luglio 2020                 

Teresa Liguori  Vice Presidente nazionale Italia Nostra

 

“Se perdiamo la memoria del passato finiamo con lo smarrire quella dimensione che dà profondità e sostanza alla nostra cultura”.   Ernst H. Gombrich, storico dell”arte.

 

Note

1Prof. Pierre Coustillas, già docente emerito Università di Lille, tra i maggiori studiosi di Gissing al mondo, era venuto due volte a Crotone: nel 1969 e 1998. Nello stesso periodo, per felice coincidenza, gli studenti dell”Istituto Tecnico Nautico di Crotone, coordinati dalla docente di inglese, preparavano un progetto di ricerca che si riproponeva di rivisitare i luoghi descritti nell’opera di George Gissing, By The Jonian Sea.                         

Grazie alla collaborazione con il prof. Coustillas e con il prof.Badolato, referente del Gissing Trust Italia,  è stato poi organizzato un convegno in data 8 aprile 2000 con il Rotary Club su G. Gissing e sul dott. Riccardo Sculco  e apposta, il 22 giugno 2002,  una targa di marmo sulla parete esterna dell’albergo, denominato prima Italia e poi di nuovo Concordia.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy