Eventi

28-04-2011

Asolo: “Incontri di arte, storia e cultura”

DI: · TAG:

La Sezione di Asolo di Italia Nostra ha deciso di dedicare le due consuete conferenze di primavera ad un tema di importanza vitale per tutti i cittadini: il paesaggio, le sue trasformazioni e le possibili scelte future per una regione, il Veneto, che – con le alluvioni degli ultimi mesi – ha vissuto momenti veramente drammatici, intollerabili in una realtà sviluppata e civile quale dovrebbe essere la nostra. Purtroppo, stiamo invece ancora assistendo ad una incomprensibile inerzia da parte delle autorità competenti su questo tema, che ha risvolti economici e sociali di enorme significato.

Per affrontare l’argomento, abbiamo richiesto l’aiuto di due amici che riteniamo estremamente competenti ad illustrare con obiettività sia la realtà attuale del territorio che i possibili scenari futuri.

Il primo nome è quello di Gherardo Ortalli, professore presso l’Università di Venezia e  socio “storico” di Italia Nostra,  che ha scritto l’introduzione e curato la pubblicazione di un interessate volume – edito da Il Mulino – in cui ha raccolto, sotto il titolo “Le trasformazioni dei paesaggi e il caso veneto”, gli interventi di Ferdinando Boero, Danilo Mainardi, Andrea Rinaldo, Vezio De Lucia, Francesco Vallerani, Domenico Luciani, Giovanni Losavio e Giuseppe Dematteis. La diversa e talvolta contrapposta visione della realtà per quanto riguarda l’assetto del territorio rende tale volume molto significativo in un momento storico in cui sono urgenti ed indispensabili piani e scelte paesaggistiche di profondo impatto trasformativo. L’incontro in questione è previsto per giovedì 28 Aprile p.v.

Sui possibili scenari futuri del territorio veneto ha indagato anche la Fondazione Mazzotti di Treviso e sarà proprio Luca Baldin – direttore della fondazione, sorta per perpetuare l’opera di Beppe Mazzotti – a parlarcene nel secondo incontro, previsto per giovedì 12 Maggio p.v., dal titolo Ripensare il Veneto. Per una cultura del paesaggio. Molte sono le visioni possibili del Veneto nel futuro, ma tutte debbono fare i conti con la realtà paesaggistica a cui una serie di scelte sconsiderate ha ridotto la regione. Eppure, un riscatto è ancora possibile, se il problema verrà affrontato con una visione culturale globale del problema.

Entrambi gli incontri si terranno presso la Sala della Ragione di Asolo alle ore 20.30 precise.

Scarica l’invito


Italia Nostra Onlus