LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Badia del Buonsollazzo (FI)

Autore segnalazioneSegnalazione del 9 settembre 2019 della Presidente Nazionale Mariarita Signorini – presidenza@italianostra.org
Data aggiornamento02/10/2021
Denominazione beneBadia del Buonsollazzo (FI)
RegioneToscana
ProvinciaFirenze
ComuneBorgo San Lorenzo
Indirizzo50032 Borgo San Lorenzo FI
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 43.91762006641168, 11.314683995687618
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleComplesso monumentale, Convento, Edificio adibito al culto
Inserire immagine Badia-Buonsollazzo.jpg
Descrizione immagineOrtofoto del complesso
Inserire immagine Badia-Buonsollazzo1.jpg
Descrizione immagineVista della Badia del Buonsollazzo
Inserire immagine badia-Buonsollazzo-2.jpg
Descrizione immagineVista della Badia del Buonsollazzo
Descrizione generale del bene

Il grande complesso della Badia del Buonsollazzo si trova nelle campagne di Borgo San Lorenzo, in un territorio di grande pregio paesaggistico e naturalistico. L'organismo architettonico è formato da diversi corpi di fabbrica: la chiesa, il corpo conventuale con il chiostro e altri edifici di carattere rurale. La chiesa è a navata unica con cappelle laterali e abside semicircolare; la copertura è con tetto a capanna. All'esterno, la facciata è tripartita dall'ordine gigante di paraste: la sezione mediana è conclusa dagli spioventi del tetto con la cornice sostenuta da due porzioni di architrave che si raccordano ai fianchi con le volute curvilinee, mentre in asse si aprono il portale d'ingresso incorniciato e architravato, sormontato da due finestroni con cornice e dallo stemma mediceo; ai lati, la superficie è forata da due ordini di finestre rettangolari con cornice e ha terminazione rettilinea. La struttura è in muratura mista, le superfici sono intonacate, mentre le modanature sono in elementi lapidei.

Presenza di elementi di pregio

La chiesa presenta in facciata il grande stemma mediceo e la lapide dedicatoria. All’interno, sull’altare maggiore si trovano tre statue in stucco realizzate da Giuseppe Braccetti (1684-1733) intorno al 1709.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesse

Il bene architettonico, con numero identificativo 213543 e denominazione “Badia del Buonsollazzo”, è vincolato ai sensi della L. 1089/1939 art. 4 in data 05-04-1983. Ente competente: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. Vincoliinrete.pdf
Interesse pubblico del bene

Il complesso, inserito in un ambiente paesaggistico di grande valore, costituisce un interessante esempio di architettura sacra nelle campagne fiorentine, configurandosi come un bene ricco d'arte e di storia. L'abbazia settecentesca, edificata in sostituzione della più antica architettura benedettina e poi cluniacense, si lega con un forte senso identitario alle vicende storiche e alle trasformazioni subite dal suo territorio nel corso dei secoli.

Periodo di realizzazioneXVIII secolo
Funzione in passato

Realizzata per volere di Cosimo III tra il 1707 e il 1720, la Badia del Buonsollazzo sostituisce la più antica costruzione benedettina e poi cluniacense edificata nell'XI secolo e di cui tuttora sono visibili alcuni ruderi. Il complesso settecentesco risponde alle esigenze dei Trappisti, la cui riforma era stata accettata nel 1705. Nel 1782, a seguito della soppressione per volere del granduca Pietro Leopoldo, il monastero è venduto al marchese Sigismondo Lotteringhi Della Stufa, mentre la chiesa, la sagrestia, il capitolo, il cimitero e l’orto nel 1877 divengono di proprietà dei Camaldolesi, che istituiscono il collegio. Gli stessi, nel 1990, dopo alcuni anni di sostanziale inutilizzo, alienano la proprietà a privati.

Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentale

Nel 1705 l'abbazia accetta la riforma dei Trappisti, con il favore del granduca Cosimo III. Si tratta della prima esperienza trappista in Italia, dalla quale si dirama nel 1717 la colonia di monaci che si sarebbe insediata nell’abbazia di Casamari.

Nome autoreAntonella
Cognome autoreGhignoli
TitoloCarte della Badia di Settimo e della Badia di Buonsollazzo nell’Archivio di Stato di Firenze: 998 - 1200.
Anno2004
Casa editriceSISMEL, Ed. del Galluzzo
InMemoria scripturarum : Testi ; 2
Nome autoreRiccardo
Cognome autoreSpinelli
TitoloGiovanni della Robbia, Domenico Puligo e i ’compagni del Paiuolo’ alla badia del Buonsollazzo 
Anno1994
InMitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz, 38.1994, 1, 118-129
Nome autoreRiccardo
Cognome autoreSpinelli
TitoloRicognizione su Giuseppe Broccetti  : (1684 - 1733).
Anno1989
InAnnali / Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi, Firenze, 2.1989, 101-123.
Cognome autoreMalachie d'Inguimbert
TitoloRelazione della vita, e morte di F. Colombano, monaco professo della Badia di Buonsollazzo 
Anno1724
Casa editriceBernabò
Nome autoreFrancesco Alessio
Cognome autoreDavia
TitoloCompendio Della Vita Di Fr. Arsenio Di Gianson Monaco Cisterciense Della Trappa Chiamato nel Secolo il Conte di Rosemberg Morto nella Badia di Buonsollazzo il dì 21. Giugno 1710.  : Scritto Dall’Abate, E Monaci Della Suddetta Badia.
Anno1710
Casa editriceNella Stamperia di Sua Altezza Reale
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/VincoliInRete/vir/bene/dettagliobene213543
Sito/URLhttp://web.rete.toscana.it/Fede/
Sito/URLhttps://www.fondoambiente.it/luoghi/abbazia-del-buonsollazzo?ldc
Sito/URLhttps://www.ilfilo.net/buonsollazzo0307.htm
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazione

Il complesso abbaziale si presenta in pessimo stato di conservazione a causa del grave stato di abbandono e di incuria.

ProprietàSoggetto privato
Tipologia soggetto privatoPrivato cittadino
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Allo stato attuale, non si riscontrano progetti per il recupero o riutilizzo.
Eventuali proposte di riutilizzo:Allo stato attuale, non si riscontrano proposte per il riutilizzo.
E’ raggiungibile da una strada?No
E’ raggiungibile da un sentiero?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniLa Badia del Buonsollazzo è all'interno di una proprietà privata delimitata dalle antiche mura di recinzione.
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra