LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Casale della Cervelletta (RM)

Autore segnalazione

Segnalazione del giugno 2016 – sezione di Roma – roma@italianostra.org

Data aggiornamento10/10/2021
Denominazione beneCasale della Cervelletta (RM)
RegioneLazio
ProvinciaRoma
ComuneRoma
IndirizzoVia della Cervelletta 33, 00155 Roma RM
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 41.91301796819382, 12.58492890466069
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleArchitettura rurale, Castello, Complesso monumentale, Edificio produttivo, Edificio residenziale, Palazzo, Torre
Inserire immagine cervelletta-1-1.jpg
Descrizione immagineFotografia del casale della Cervelletta
Inserire immagine 1-10.jpg
Descrizione immagineImmagine della facciata del casale della Cervelletta
Inserire immagine 2-10.jpg
Descrizione immagineFotografia storica del casale della Cervelletta
Descrizione generale del bene

Il castello della Cervelletta è un casale con torre, ubicato su una lieve altura all'interno della Riserva Naturale Valle dell’Aniene a Roma, in un contesto di alto pregio paesaggistico ai confini tra le aree urbane di Colli Aniene e Tor Sapienza. Il complesso si compone dell'edificio principale di accesso, con la pianta quadrangolare, alle cui spalle si sviluppa la corte rettangolare, leggermente fuori asse e delimitata dai corpi di fabbrica dominati dall'alta torre con terminazione a merli; sul retro si addossa alla struttura la costruzione più bassa di un piano con copertura a terrazza. L'organismo architettonico principale è a due piani, di cui quello inferiore con muri a scarpa, con copertura a tetto a falde; la superficie intonacata è scandita orizzontalmente dalle fasce marcapiano e marcadavanzale ed è forata da sette assi di aperture, di cui quella centrale corrisponde al portale d'ingresso arcato a tutto sesto con la cornice in elementi lapidei, mentre le finestre sono rettangolari con cornice in pietra.

Presenza di elementi di pregio

All'interno del casale, è presente il salone con il grande camino con gli stipiti caratterizzati da paraste con capitelli di tipo composito e sulla cui cappa, decorata con cornici dipinte, è raffigurato lo stemma della famiglia Salviati; questo ambiente è ornato da pitture parietali. Notevole è la loggia coperta definita da due grandi aperture ad arco. La torre è coronata dalla merlatura di tipo guelfo.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesse

Il bene architettonico, con codice identificativo 162361 e denominazione “Casale della Cervelletta”, è vincolato ai sensi della L. 1089/1939 art. 1, 21 con decreto in data 03-05-1997. Ente competente: Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma. Il complesso, dal 1997, è inoltre compreso nella zona umida “Riserva naturale Valle dell'Aniene”.

Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. DettaglioBene1_merged-1.pdf
Interesse pubblico del bene

Il bene costituisce un interessante esempio di casale fortificato nella campagna romana. La tenuta, tra il XIX e il XX secolo, ha rappresentato inoltre un centro importante di produzione agraria nei dintorni dell'Urbe.

Periodo di realizzazioneXII-XIX secolo
Funzione in passato

Nel XII secolo, la tenuta della Cervelletta, caratterizzata dalla torre merlata, è un fondo di proprietà ecclesiastica. Nel XVI secolo, il complesso diviene di proprietà della famiglia Sforza fino al 1628, quando è acquistata dal cardinale Scipione Borghese, che trasforma il casale in residenza di campagna e si occupa dello sviluppo agricolo della tenuta. Nel 1835, il fondo agricolo, divenuto della famiglia Salviati, è bonificato con delle opere di canalizzazione. Dopo essere diventato un centro di ricerca sperimentale alla fine dell'Ottocento, il casale ha conosciuto il declino dal dopoguerra fino agli anni '70. Acquistato dal Comune di Roma nel 2001, il complesso è stato affidato a diverse onlus e associazioni con dei permessi che però sono stati revocati nel 2015.

Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentale

Alla fine del XIX secolo, il complesso ospita una stazione sanitaria sperimentale per l'utilizzo del chinino nella profilassi e cura della malaria. Tra i suoi ospiti si ricordano il medico immunologo Angelo Celli (1857-1914) e sua moglie Anna Fraentzel Celli (1878-1958), protagonisti in quegli anni nello studio e profilassi della malaria e promotori della lotta contro l'analfabetismo nella campagna romana e nelle paludi pontine.

Nome autoreSimone
Cognome autoreQuilici
TitoloL’evoluzione del paesaggio della Campagna Romana (I)  : due tenute bonificate ad est di Roma ; Pietralata e Cervelletta.
Anno2003
InIl tesoro delle città, 1.2003, 389-400.
Nome autoreBiagio
Cognome autoreFichera
TitoloLa Torre della Cervelletta a Roma 
Anno1993
Nome autoreCarla
Cognome autoreBenocci
TitoloUn interessante esempio di costruzione rurale della Campagna romana  : il Casale della Cervelletta.
Anno1980
InAlma Roma, 21.1980, 3/4, 40-46.
Nome autoreGioacchino
Cognome autoreDe Angelis d’Ossat
TitoloTenuta Cervelletta fra le vie Tiburtina e Collatina 
Anno1949
InL’urbe, Anno 12, n. 2 (1949), pp. 26-31.
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/VincoliInRete/vir/bene/dettagliobene162361#
Sito/URLhttps://romanatura.roma.it/area_interesse/19#gsc.tab=0
Sito/URLhttp://www.romatiburtina.it/sa_vi_casale_cervelletta.aspx
Sito/URLhttps://www.tesoridellazio.it/tesori/roma-rm-via-collatina-casale-e-torre-della-cervelletta/
Sito/URLhttps://castlesintheworld.wordpress.com/2015/02/27/castello-della-cervelletta/
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Aspetti strutturali (mancanza di tetto), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Superficiali (mancanza di intonaco.), Generali (abbandono), Uomo (finestre rotte)
Descrizione dello stato di conservazione

Il complesso versa in pessimo stato di conservazione, a causa del lungo stato di abbandono. In particolare, il degrado è sia di carattere superficiale (deposito e colonizzazione biologica), interessando anche l'intonaco (fessurazione, distacco, lacuna), sia di tipo strutturale (lesioni, fratture e crolli). Le problematiche di crollo interessano soprattutto le coperture e i solai, in particolar modo negli ambienti delle stalle.

ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoComune
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:

Nel 2021, il Comune di Roma ha previsto l'apertura di un cantiere di restauro per la messa in sicurezza delle murature del casale. Precedentemente, il Comune ha eseguito un intervento di restauro sulla torre con opere di cerchiaggio.


 

Eventuali proposte di riutilizzo:Non si riscontrano al momento proposte di riutilizzo del bene.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniIl casale è recintato e non è possibile accedere all'interno. L'area esterna è invece fruibile.
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra