LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Ex Ospedale di San Giovanni Decollato-Andosilla

Autore segnalazionePrima schedatura del 3 dicembre 2017 – segnalazione sezione di Viterbo di Italia Nostra – viterbo@italianostra.org
Data aggiornamento14/06/2021
Denominazione beneEx Ospedale di San Giovanni Decollato-Andosilla
RegioneLazio
ProvinciaViterbo
ComuneCivita Castellana
IndirizzoVia Vincenzo Ferretti, 94, 01033 Civita Castellana VT
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 42.289188707987435, 12.414722429205566
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleOspedale
Inserire immagine Ex_Ospedale_SG_Decollato_Andosilla_01.jpg
Descrizione immagineFotografia della facciata
Inserire immagine Ex_Ospedale_SG_Decollato_Andosilla_02.jpg
Descrizione immagineVisuale sulla scala interna
Inserire immagine Ex_Ospedale_SG_Decollato_Andosilla_03.jpg
Descrizione immagineImmagine di un ambiente interno
Descrizione generale del bene

L'ex ospedale di San giovanni Decollato-Andosilla si sviluppa lungo la via Vincenzo Ferretti, nelle vicinanze della chiesa di S. Benedetto. Il complesso si compone di tre corpi di fabbrica disposti a “U”, attorno a un cortile posto sul retro, chiuso da una recinzione su cui insiste un corpo di fabbrica più basso. La facciata è forata da dodici assi di finestre, distribuite su tre livelli orizzontali separati da fasce marcadavanzale e, in successione dal basso, quadrangolari con cornice, rettangolari incorniciate e architravate e, infine, rettangolari con cornice, con l'eccezione del secondo asse di sinistra, che contiene la porta incorniciata di accesso ad alcuni ambienti interni; in corrispondenza delle finestre centrali, oltre il massiccio cornicione finale, il prospetto è concluso da un sopralzo con otto aperture; ai margini, la superficie è sottolineata da bugne su un alto podio. L'accesso principale, però, avviene dal corpo laterale più lungo di sinistra, su due livelli e forato da otto assi di aperture , ed è accentuato da un volume leggermente aggettante che segnala la presenta dell'atrio rettangolare, che introduce al cortile interno. Un altro ingresso è ubicato in corrispondenza dell'ala di destra, che riprende la scansione della facciata principale.

Presenza di elementi di pregio

Si segnala la presenza di elementi decorativi sulle facciate, relativamente alle cornici in stucco e in travertino che accentuano le aperture e le grate in ferro battuto che serrano le finestre.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)No
Tipo interesseIl palazzo non risulta soggetto a vincolo. L'edificio è tuttavia tutelato ai sensi degli artt. 134 e 136 del D.Lgs. 42/2004.
Interesse pubblico del beneL'edificio costituisce un'importante testimonianza storica di Civita Castellana. L'ex ospedale, con la sua funzione assistenziale sin dal XVI secolo, reca memoria della tradizione assistenziale svoltasi nella città. Questa attività è stata patrocinata in primo luogo dalle confraternite, in particolare da quella di S. Giovanni Decollato, e poi dal XIX secolo dalla marchesa Orsola Andosilla, che lasciò i suoi beni a favore della realizzazione del nuovo ospedale. La struttura è stata perfezionata tra la fine dell'Ottocento e il secolo successivo, divenendo un significativo polo ambulatoriale, anche per i centri urbani nei dintorni.
Periodo di realizzazioneXVI-XX secolo
Funzione in passatoNel Settecento, l'edificio ospedaliero, già presente nel XVI secolo, è diviso in due diversi reparti, l'ospedale dei pellegrini e l'ospedale degli infermi, ed è gestito dalla confraternita di S. Giovanni Decollato, che si sciolse nel 1817. La confraternita della SS. Trinità si occupava invece di accogliere e curare i pellegrini. Ridottosi in pessimo stato di conservazione, è ristrutturato e ampliato dal medico Vittorio Rainaldi, grazie al lascito della marchesa Andosilla, tra il 1895 e il 1906.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleL'ospedale, oltre a costituire una significativa memoria della tradizione assistenziale della città, è stato un pronto soccorso all'avanguardia. L'edificio era un importante sito di riferimento per la sanità di tutti i territori circostanti Civita Castellana.
Nome autoreAA.VV.
TitoloGuida d'Italia. Lazio
Anno1981
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/vir/vir/vir.html
Sito/URLhttps://www.ilmessaggero.it/viterbo/l_ex_ospedale_di_civita_castellana_rovina_allarme_di_italia_nostra-3743578.html
Sito/URLhttp://archiviofotobibliotecaminio.blogspot.com/2009/11/blog-post_8611.html
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Superficiali (mancanza di intonaco.), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazione

L'ex ospedale di San Giovanni Decollato Andosilla è in completo stato di abbandono. Oltre a problemi di carattere strutturale, l'edificio presenta un evidente degrado sui suoi prospetti. L'intonaco, oltre a macchie e colature, è molto lacunoso, con evidenti problemi di risalita per capillarità e di infiltrazione d'acqua in prossimità dell'impianto di deflusso. Si notano diversi episodi di vegetazione infestante, anche sui davanzali delle finestre. Gli stucchi che incorniciano le aperture sono fortemente erosi, a volte lacunosi. Su tutti i prospetti si osservano varie aggiunte improprie, come per esempio cavi e insegne.

ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoRegione
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono.
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Non si riscontrano al momento progetti di riutilizzo.
Eventuali proposte di riutilizzo:Non si riscontrano al momento proposte di riutilizzo.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?No
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniL'edificio non è accessibile. Alcune parti dei prospetti risultano rivestite da ponteggi.
E' aperto al pubblico?No
Annotazioni aggiuntive scheda

L'edificio non è ben documentato, in quanto non si è potuta individuare una bibliografia specifica.

Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra