LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Passo fortificato di Cancello (FR)

Autore segnalazione

Segnalazione del 10 febbraio 2018 firmata da un cittadino

Data aggiornamento14/10/2021
Denominazione benePasso fortificato di Cancello (FR)
RegioneLazio
ProvinciaFrosinone
ComuneAtina
LocalitàCancello
IndirizzoVia Vecchia Sferracavallo 03042 Atina FR
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 41.61026529426058, 13.797969957304643
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleCastello, Cinta muraria, Rudere, Torre
Inserire immagine Frosinone.jpg
Descrizione immagineFotografia dell'area del passo fortificato di Cancello ad Atina su Monte Prato
Inserire immagine 2-9.jpg
Descrizione immagineFotografia dell'area del passo fortificato di Cancello ad Atina su Monte Prato
Inserire immagine 3-8.jpg
Descrizione immagineVista del portale a tutto sesto
Inserire immagine 4-6.jpg
Descrizione immagineDettaglio dei resti murari
Descrizione generale del bene

Il sistema fortificato di Atina, in località Cancello, è costituito dalla porta d'ingresso arcata, realizzata con pietre di riuso di epoca romana, e dal circuito murario di cui restano erette le due torri circolari.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)No
Interesse pubblico del bene

Rappresentato anche nella Galleria delle Carte Geografiche del Vaticano, il passo fortificato di Cancello ad Atina ha rappresentato anticamente un importante baluardo difensivo.

Periodo di realizzazioneXI secolo
Funzione in passato

Le fortificazioni medievali di Cancello erano poste a difesa del passo tra la Terra di San Benedetto e lo Stato di Alvito, controllando così l’ingresso meridionale al borgo. Menzionato per la prima volta nel 1140 nello strumento di Ruggero II, il sistema difensivo aveva all'epoca una funzione doganale, mentre nel 1193 risulta aver acquisito un ruolo militare, essendo dotato della porta di accesso e delle fortificazioni. Nel 1660 è descritto come una “fortissima ed alta muraglia, con le sue torri, nel cui mezzo vi è una porta detta cancello che con porta ferrata serrava l’intrata a sicurezza dello stato”.

Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentale

Si ricorda che nel 1412 la fortificazione fu testimone della battaglia tra Ladislao I d’Angiò-Durazzo (1377-1414) contro l’esercito di Luigi II d’Angiò (1377-1417) che si contendevano il Regno di Napoli.

Nome autoreMarcello
Cognome autoreRizzello
TitoloAtina dall’Alto Medioevo alla fine dell’Età feudale
Anno1993
Sito/URLhttps://www.comune.atina.fr.it/pagina3219_palazzi-e-vestigia-storiche.html
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Aspetti strutturali (mancanza di tetto), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazione

Il complesso è invaso dai rovi e dalla vegetazione infestante. Si riscontra inoltre la presenza di un traliccio di alta tensione posto a fianco della torre più alta che compromette la fruibilità estetica del bene culturale.

Funzione attuale del beneIn stato di abbandono
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Non si riscontrano al momento progetti di recupero del bene.
Eventuali proposte di riutilizzo:Non si riscontrano al momento proposte di riutilizzo del bene.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?
IndicazioniIl bene è raggiungibile a piedi percorrendo un sentiero.
E' aperto al pubblico?
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra