LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Porta Santa Croce (VI)

Autore segnalazione

Segnalazione del maggio 2020 – Sezione di Vicenza di Italia Nostra – vicenza@italianostra.org

Data aggiornamento23/10/2021
Denominazione benePorta Santa Croce (VI)
RegioneVeneto
ProvinciaVicenza
ComuneVicenza
IndirizzoContrada Porta Santa Croce, 61, 36100 Vicenza VI
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 45.55274638015208, 11.536904201095993
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleArea pubblica, Cinta muraria, Torre
Inserire immagine vicenza.jpg
Descrizione immagineImmagine della Porta Santa Croce
Inserire immagine vicenza-2.jpg
Descrizione immagineImmagine della Porta Santa Croce
Inserire immagine vicenza-3.jpg
Descrizione immagineImmagine della Porta Santa Croce
Descrizione generale del bene

La Porta Santa Croce, nel centro storico di Vicenza, costituisce l'ingresso al corso A. Fogazzaro. Il complesso è formato dal corpo più basso, privo di copertura e caratterizzato dalle arcate a tutto sesto che consentono il passaggio, e dalla torre più alta con tetto a padiglione. Il paramento murario è in laterizi e in lastre marmoree.

Presenza di elementi di pregio

Si segnala la tecnica costruttiva di mescolare alla prevalente pietra grezza, proveniente dai colli Berici o dalla zona di Montecchio Maggiore, delle scaglie di cotto.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesse

Il bene architettonico, con numero identificativo 287346 e denominazione “Porta S. Croce”, è un monumento di “interesse culturale non verificato”. Ente competente: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza.

Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. DettaglioBene1-9.pdf
Interesse pubblico del bene

Porta Santa Croce è una delle porte cittadine più imponenti e rappresenta senz’altro il manufatto più integro nei caratteri tipologici e costruttivi. La costruzione, iniziata nel 1381, è l'ultimo esempio di architettura militare scaligera, caratterizzato dai ponti levatoi, sia verso l'esterno che verso la città, dei quali restano ancora visibili nella muratura gli scassi.

Periodo di realizzazioneXIV secolo
Funzione in passato

I tratti di mura del Municipium sono eretti in età romana. La prima cinta circolare intorno alla città medievale è edificata tra il XII e il XIII secolo. Durante il dominio degli Scaligeri di Verona, nel XIV secolo, è eretta la seconda cinta esterna per inglobare i borghi sviluppatisi intorno al nucleo medievale e intensamente abitati, a est, nord e ovest. A partire dagli inizi del XVI secolo, Venezia che aveva conquistato Vicenza nel 1404, realizza le nuove mura a nord e a sud.

Nome autoreFranco
Cognome autoreBarbieri
TitoloL’ intervento degli Scaligeri nello sciluppo urbano di Vicenza 
Anno1988
InGli Scaligeri, S. 291-300.
Nome autoreF.
Cognome autoreBarbieri
TitoloVicenza gotica: Le mura
Anno1984
Casa editriceEnte Provinciale per il turismo di Vicenza
Nome autoreFranco
Cognome autoreBarbieri
TitoloVICENZA: LA CINTA MURATA “Forma Urbis”
InProgetto Editoriale Ufficio Unesco del Comune di Vicenza e di Italia Nostra, sez. di Vicenza 2011
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/VincoliInRete/vir/bene/dettagliobene287346
Sito/URLhttp://www.gilbertopadovaneditore.it/porta-santa-croce/
Sito/URLhttps://www.vicenzareport.it/2021/07/vicenza-porta-santa-croce-lavori-di-consolidamento-e-restauro-facciate/
Stato di conservazioneBuono
Descrizione dello stato di conservazione

Il bene è stato recentemente oggetto di un restauro conservativo.

ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoComune
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:

Il bene è stato oggetto di un recente restauro, i cui lavori sono stati avviati il 21 settembre 2020, con una spesa complessiva di 185.496,92 euro, e sono stati coordinati dal servizio Lavori pubblici e manutenzioni del comune di Vicenza. Nell'estate 2021 si sono svolti i lavori di restauro che hanno interessato la pulitura delle facciate e la rimozione degli intonaci, delle vernici improprie e della vegetazione infestante. È stato eseguito il risanamento e il restauro del paramento murario, con la reintegrazione delle parti mancanti, il consolidamento dei punti soggetti a fessurazioni e la stuccatura degli elementi lapidei. L'intervento ha riguardato anche il manto di copertura. Nel gennaio 2021 è stato concluso il restauro dei corpi ottocenteschi annessi alla porta sul lato a nord est, con il consolidamento statico delle pareti e la ricostruzione della copertura. Gli ambienti sono stati risanati con l’estirpazione della vegetazione spontanea cresciuta all’interno.

E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?No
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?
E' aperto al pubblico?
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra