LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Tumulo Poggio del Forno

Autore segnalazionePrima schedatura del 1 agosto 2019 – segnalazione firmata da un cittadino – listarossa@italianostra.org
Data aggiornamento12/06/2021
Denominazione beneTumulo Poggio del Forno
RegioneLazio
ProvinciaViterbo
ComuneTarquinia
LocalitàTurchina
Indirizzo01016 Tarquinia VT
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 42.27708668912701, 11.833772631776416
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleMausoleo
Inserire immagine Tarquinia-1.jpg
Descrizione immagineVisuale del tumulo nel contesto
Inserire immagine tarquinia1-1.jpg
Descrizione immagineFotografia del vestibolo del tumulo
Descrizione generale del bene

La tomba del Poggio del Forno si trova su un'altura a est dell'antica città di Tarquinia ed è stata scoperta nel 1968 dal Gruppo Archeologico Romano. Il tumulo è immerso in una suggestiva e vasta macchia mediterranea.


Il sepolcro è composto da due ambienti di forma rettangolare allungata, disposti in asse e preceduti da un ampio vestibolo; la prima stanza ha una copertura a profilo ogivale, formata da blocchi progressivamente aggettanti, la seconda è chiusa da una psedo-volta con blocchi aggettanti con profilo a scaletta e che lasciano spazio, alla sommità, a una fenditura. I paramenti murari sono composti in blocchi squadrati di nenfro e calcare, disposti in filari ordinati.


Rispetto al contesto, il tumulo si presenta in posizione isolata, a circa 3 chilometri dalla città antica; tuttavia gli studi archeologici svolti nella zona hanno potuto stabilire l'esistenza di altri sepolcri, di età orientalizzante e arcaica, del tipo a cassone e a fossa. Ciò ha fatto supporre l'esistenza di un centro abitato minore, forse di un centro gentilizio tarquiniese.

Presenza di elementi di pregio

Il sepolcro è particolarmente caratteristico per la lavorazione precisa dei blocchi squadrati che lo compongono, soprattutto in corrispondenza della facciata di fondo, lavorata con una raffinata tecnica isodoma. Interessante è poi il ritrovamento nella prima camera di due banchine realizzate con lastroni di nenfro modanati sostenuti da pilastrini sagomati.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)No
Tipo interesseIl bene è considerato zona di interesse archeologico nel Comune di Tarquinia, anche se non vincolato ai sensi della ex lege 1089/39. Il sepolcro risulta tutelato ai sensi dell'art. 134 del D.lgs. 42/2004.
Interesse pubblico del beneIl tumulo si inserisce in un ambito di particolare pregio per i suoi caratteri naturalistici a cui si fondono quelli di tipo archeologico. Il territorio è infatti una complessa stratificazione di scenari naturali e di manufatti di civiltà antiche, come per esempio quella villanoviana e quella etrusca. La tomba del Poggio del Forno costituisce un caso di particolare interesse per la sua posizione elevata e isolata rispetto al contesto, nonché per la particolare disposizione dei suoi due ambienti preceduti dal grande vestibolo.
Periodo di realizzazioneVII secolo a.C., probabilmente all'inizio del periodo Orientalizzante Medio.
Funzione in passatoIl tumulo era destinato a ospitare le sepolture di una famiglia appartenente alla nobiltà etrusca.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleIl bene fa parte dell'ampio insieme di tombe arcaiche diffuse nell'area tra il comune di Tarquinia e quello di Monte Romano. In questa zona sono numerose le tracce di insediamenti delle civiltà che hanno governato il territorio. In particolare, si fa riferimento alla presenza di famiglie di rango elevato stanziatesi nei loro possedimenti terrieri, a controllo della via che consentiva i traffici tra Tarquinia e i centri dell'Etruria rupestre dell'interno.
Nome autoreMandolesi
Cognome autoreAlessandro
TitoloRicerca sui tumuli principeschi orientalizzanti di Tarquinia: prime indagini nell'area della Doganaccia
Anno2008
In“ORIZZONTI IX”, Pisa 2008, pp. 11-25
Nome autoreS.
Cognome autoreCostantini
TitoloLa tomba di Poggio del Forno (Tarquinia)
Anno1980
InAtti del convegno “XV Anniversario della fondazione, g.a.r .”, Roma 1980, pp. 33-38
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/vir/vir/vir.html
Sito/URLhttp://www.viadeiprincipi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=92:poggio-del-forno&catid=42:tumuli-a-tarquinia
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazione

La tomba si presenta in pessimo stato di conservazione, dovuto allo stato di generale abbandono. Il muro d'ambito sinistro della prima camera sepolcrale è crollato. Altre problematiche riguardano le travi lignee di puntellamento che sono in stato di degrado. Anche il paramento murario in nenfro è in cattivo stato di conservazione per la diretta esposizione all'azione degli agenti atmosferici e per la mancanza di manutenzione.

ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoStato
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono.

 
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Non si riscontrano allo stato attuale progetti finalizzati al restauro del bene.
E’ raggiungibile da una strada?No
E’ raggiungibile da un sentiero?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniIl sepolcro è escluso attualmente dal percorso archeologico attrezzato. Infatti esso è ubicato in un'area accessibile solo da un sentiero che si snoda nel contesto molto naturalistico della macchia mediterranea. Il tumulo si trova all'interno di una recinzione accessibile.
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra