LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Villa Zamboni (VR)

Autore segnalazione

Segnalazione del 12 aprile 2018 – Sezione di Verona di Italia Nostra – verona@italianostra.org

Data aggiornamento25/10/2021
Denominazione beneVilla Zamboni (VR)
RegioneVeneto
ProvinciaVerona
ComuneValeggio Sul Mincio
IndirizzoVia G. Zamboni, 35, 37067 Valeggio sul Mincio VR
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 45.35375356584409, 10.73134115746002
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleEdificio residenziale, Villa
Inserire immagine Verona-1.jpg
Descrizione immagineFotografia della facciata di villa Zamboni
Inserire immagine Verona1-1.jpg
Descrizione immagineImmagine di dettaglio di uno dei prospetti
Descrizione generale del bene

La villa Zamboni sorge su un terrazzamento a poca distanza dal Castello Scaligero, ai margini del centro abitato di Valeggio sul Mincio. L'edificio, circondato dal giardino pensile, è formato da più corpi di fabbrica disposti a formare una “T”, si eleva fino a quattro piani di altezza, è caratterizzato dalla piana superficie forata da assi regolari di finestre, ed è concluso dal tetto a falde; l'ala di sinistra presenta all'ultimo piano il loggiato definito da arcate a tutto sesto.

Presenza di elementi di pregio

L'edificio conserva al suo interno parte dell'apparato decorativo. In particolare, si segnala la presenza del soffitto dipinto della loggia da cui si può godere della vista sul panorama circostante.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesse

Il complesso, con numero identificativo 67554, numero di catalogo generale 00297632 e denominazione “Villa Zamboni”, è un bene architettonico di “interesse culturale non verificato”. Ente competente: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza.

Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. DettaglioBene1-11.pdf
Interesse pubblico del bene

La villa è un significativo esempio di villa veneta. Inoltre l'edificio con il suo giardino costituisce un elemento particolarmente caratteristico e identitario nel paesaggio di Valeggio sul Mincio.

Periodo di realizzazioneXVIII-XIX secolo
Funzione in passato

La villa è edificata nel XVIII secolo e ha subito interventi nel 1870 e dopo la Prima Guerra Mondiale. Nel 1929, Giuseppe Zamboni nel suo testamento scrive che il complesso sia ricevuto in eredità dal Comune di Valeggio, indicando che il bene sia destinato a funzioni dedicate all'infanzia. Nel 1967, la villa è così acquisita dal Comune e trasformata nel 1973-74 in scuola materna statale, destinazione che è stata mantenuta fino al 2003.

Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentale

La villa si lega al ricordo dell'ingegnere Gustavo Zamboni, sindaco di Valeggio dal 1884 al 1889. Questi fu uno dei fondatori nel 1900 della Società Elettrica, che portò alla costruzione del primo impianto idroelettrico valeggiano. Inoltre, il complesso è stato una dei primi edifici di Valeggio a essere dotato dell'impianto di riscaldamento a termosifoni, alimentato dalla caldaia a carbone.

Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/VincoliInRete/vir/bene/dettagliobene67554
Sito/URLhttps://www.fondoambiente.it/luoghi/villa-zamboni?ldc
Sito/URLhttps://www.valeggio.com/destinazioni/villa-gandini-zamboni/
Sito/URLhttps://www.laquartaluna.org/2015/12/28/il-restauro-della-loggia-di-villa-gandini-zamboni-il-tetto/
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Aspetti strutturali (mancanza di tetto), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Superficiali (mancanza di intonaco.), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazione

La villa versa in grave stato di degrado a causa del lungo stato di abbandono e dell'assenza di manutenzione.

ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoComune
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono.
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:

Nel 2015 è stato effettuato il consolidamento del soffitto dipinto della loggia su iniziativa del Comune. In questa occasione è stato anche restaurata la copertura lignea di quest'ambito della villa.

Eventuali proposte di riutilizzo:Non si riscontrano proposte per il riuso del bene.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?No
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra