News dal territorio

05-09-2019

Comunicato di Italia Nostra Perugia sulla mobilità

Sulla stampa locale il 19 agosto è apparsa notizia di dichiarazioni del nuovo assessore alla Mobilità del Comune di Perugia, che Italia Nostra (sempre sensibile alle questioni della mobilità per una soddisfacente qualità del Centro Storico e di tutti i quartieri), ritiene di commentare sia pure senza alcun intento polemico, con leale spirito di collaborazione però anche con fermezza.

Dare per scontata la volontà di allestire il sistema Metrobus da Castel del Piano a Fontivegge è molto allarmante poiché è evidente che tale mezzo non potrà che replicare l’insuccesso conclamato del Minimetrò e caricando la città e i cittadini di ulteriore analogo debito, senza peraltro diminuire utilmente il traffico.

Italia Nostra rinnova l’invito già rivolto al sindaco (e che ora rivolgiamo al neo assessore), prima di impegnarsi in altre notevoli spese e debiti futuri, a sperimentare il Metrobus tramite gli attuali autobus di Umbria Mobilità, dal momento che agli utenti il tipo di trazione del mezzo (elettrico oppure a gasolio/metano) non interessa bensì interessa se il mezzo è comodo e utile (frequenza, velocità, certezza di tempi, costi).

Ugualmente allarmante è l’accettazione acritica del Minimetrò (finora costato oltre 200 milioni senza alcun vantaggio di traffico) che invece meriterebbe ampia riflessione pubblica; addirittura nei giorni scorsi è ricomparsa sulla stampa l’idea di vendere le quote comunali del Minimetrò per alleggerire i debiti a bilancio. Ma quale investitore, quale vero privato potrà mai avere interesse a comprare un sistema che pesa sulle casse comunali con un deficit di circa dieci milioni/anno? Italia Nostra invita l’amministrazione a fornire ai cittadini ampia garanzia che dietro la “vendita” non si apparecchi nuove rendite in favore di ignoti bensì in danno del bene comune, delle finanze pubbliche e in definitiva in danno dei cittadini.

“Italia Nostra” Perugia, il Consiglio Direttivo

Italia Nostra Onlus