News dal territorio

11-06-2015

Documento delle associazioni ambientaliste sulla Variante della Tremezzina

La realizzazione della Variante della Tremezzina è un tema discusso da tempo e meritevole di approfondimenti e riflessioni, data la sua innegabile complessità e l’indiscusso valore del contesto territoriale di riferimento. Numerose associazioni che si occupano della tutela del territorio hanno seguito con attenzione le fasi di realizzazione e di approvazione del Progetto, analizzandone gli elaborati e presentando osservazioni nelle opportune sedi.

Le stesse associazioni hanno pensato di riunirsi per un’azione comune, il cui primo atto è stata la redazione di un documento inviato ai Ministeri interessati, Anas, Regione, Provincia e tutti gli Enti e le Amministrazioni competenti. E’ condivisa la preoccupazione circa il devastante impatto dell’opera, che inciderà negativamente e in modo irreversibile sulle risorse naturalistiche e paesaggistiche e quindi sulle potenzialità di sviluppo economico e turistico dell’area, che si fondano esclusivamente sulla bellezza e l’integrità del territorio. I firmatari auspicano il ritorno ad una soluzione progettuale che preveda l’intero sviluppo in galleria naturale, scelta già considerata in passato, che ora Anas ha escluso con motivazioni discutibili e di carattere prevalentemente economico, senza però considerare la Valutazione del danno ambientale, che nel contesto in oggetto si presenta ingente. Tale prospettiva potrebbe essere riconsiderata e resa sostenibile da un’opportuna suddivisione in tratti minori, intervallati da minime uscite a cielo aperto, idonea a soddisfare i requisiti di sicurezza. Si escluderebbe inoltre il ricorso all’esproprio dei terreni, garantendo la fruibilità del territorio da parte di cittadini e turisti. In particolar modo sono state richieste modifiche per quanto riguarda la realizzazione dei due tratti a cielo aperto e delle rampe di accesso che interessano aree di estremo pregio, caratterizzate dalla presenza di estese colture d’ulivi, di monumenti storici e artistici, quali la Torre Medievale di Spurano, il Sacro Monte di Ossuccio, la Parrocchiale di S. Abbondio a Mezzegra e il complesso di Villa Maresi-Heinz a Griante. Il documento è firmato e condiviso da Italia Nostra Como, Legambiente Lombardia, La Cruna del Lago, Chiave di Volta, Curia di Como, Iubilantes, Comitato viabilità Tremezzina e Associazione Territori – Natura Arte Cultura.

I sottoscrittori condividono la necessità di un intervento risolutivo della situazione viabilistica attuale, tuttavia ritengono questo Progetto inadeguato e ne chiedono una profonda revisione.

Firmato:

Italia Nostra Como, Legambiente Lombardia, La Cruna del Lago, Chiave di Volta, Curia di Como, Iubilantes, Comitato viabilità Tremezzina e Associazione Territori – Natura Arte Cultura.

***

Clicca sulle immagini per ingrandirle:

tremezzina 1

tremezzina 2

Italia Nostra Onlus