News dal territorio

05-06-2019

Emergenza ambiente: i 45 anni della giornata mondiale dell’ambiente

Il 2019 è l’anno che celebra i 45 anni dalla prima celebrazione della giornata mondiale dell’ambiente, istituita nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite ma celebrata a partire dal ’74 nella giornata del 5 giugno.

Il presidio Italia Nostra ValPlatani invita i cittadini e le Istituzioni a interessarsi ed essere sensibili verso le tematiche ambientali. Bisogna ricordarci che per Ambiente ci si riferisce a tutti gli organismi che abitano la Terra, le cui particolari caratteristiche pongono i presupposti per l’esistenza della vita.

Mutare drasticamente le condizioni dello spazio, le risorse e le condizioni naturali, le relazioni tra organismi comportano un’alterazione irreversibile degli ecosistemi, andando quindi a compromettere le millenarie e complesse relazioni fra fattori ambientali ed esseri viventi.

Una delle sfide della nostra società, apparentemente avanzata, è quella di modificare l’habitat per venire incontro alle moderne esigenze conciliandosi con le necessità naturali, affinché l’ambiente naturale in relazione con l’ambiente costruito possa continuare a esprimere la propria capacità di autoregolarsi e garantire la sopravvivenza degli ecosistemi.

L’attuale condizione della salute della Terra e del relativo stato ambientale si sta rivelando critica e incontrollata a causa di molteplici fattori, la cui maggior parte è riconducibile all’operato dell’uomo. Economia, politiche ambientali, negative abitudini dell’uomo, poca sensibilità all’ambiente e al rispetto delle cose pubbliche, tra le altre cose, ha provocato la crisi degli ecosistemi causando catastrofi e morti. Tuttavia le politiche verso l’ambiente sono poco cambiate e gli accordi internazionali spesso disattesi, a discapito delle future generazioni.

Per noi è prioritaria la tutela della natura, così come del patrimonio storico e artistico, per garantire la biodiversità e gli ecosistemi all’insegna dell’armonia tra uomo e natura.

La natura attende risposte immediate da parte dell’uomo, prima che prenda la sua decisione e avvii la naturale e giustificabile azione di distruzione dell’ambiente costruito e innaturale.

 

Raffadali, 05/06/2019

Arch.Giovanni Gueli

(Responsabile Presidio Italia Nostra ValPlatani)

foto in allegato: Riserva naturale orientata Foce del fiume Platani | Cattolica Eraclea | Agrigento | Alessia Mirasola | 2019

Italia Nostra Onlus