News dal territorio

04-03-2020

Ex convento di San Bartolomeo a Quadrelletto: Italia Nostra lancia l’allarme

Italia Nostra lancia l’allarme sull’ex convento di San Bartolomeo a Quadrelletto e si rivolge alla Soprintendenza Archeologica dell’Umbria e al comando dei vigili del fuoco di Terni. Il monumento, situato nella campagna tra Narni e Sangemini, lungo la strada di Valle Antica, sta letteralmente cadendo in pezzi e si sta trasformando in una sorta di discarica. “La struttura, ormai in mani private, unitamente all’area circostante già interessata da interventi edilizi di natura residenziale – sottolineano i membri dell’associazione – ha ospitato per tre secoli un ospedale-lebbrosario di grande importanza ed è sottoposta a tutela integrale della Soprintendenza, trattandosi di u n sito di notevole rilevanza storica. L’immobile si trova in evidente stato di degrado, con la presenza di profonde lesioni strutturali che potrebbero causare crolli imminenti. La situazione, oltre che evidenziare un grave problema di tutela dei beni storici ed architettonici, rappresenta un pericolo per la sicurezza stradale e per l’incolumità dei cittadini, in quanto le strutture fatiscenti insistono direttamente sul fronte della strada di Valle Antica, percorsa quotidianamente da mezzi e pedoni. Chiediamo quindi un urgente intervento, per la sicurezza dei cittadini e per la conservazione di un bene importante. Le fonti riguardanti l’ex convento, provengono per gran parte dalle Riformanze del Comune di San Gemini e sono state raccolte dal professor Roberto Amati, e ne testimoniano la notevole importanza storica.  Per tutte valga la citazione a partire dall’anno 1455 in cui i affermava che all’ospedae di San Bartolomeo facevano capo tutti i lebbrosi di Orte, Amelia, Todi e anche quelli delle Terre Arnolfe. Di fatto, a voler usare termini moderni, era un nosocomio ‘interprovinciale’ altamente qualificato per tutto il periodo in cui è rimasto attivo.”

Italia Nostra Onlus