News dal territorio

06-12-2020

Finalmente Santa Monica verrà messa in sicurezza

Italia Nostra ha ricevuto conferma ieri da parte della Prefettura di Terni, che la Chiesa di Santa Monica di Amelia è effettivamente di proprietà del FEC, Fondo Edifici di Culto del Ministero degli Interni. La notizia è arrivata dopo lunghe indagini per scoprire chi fosse il reale proprietario della Chiesa e ripetute sollecitazioni fatte da Italia Nostra agli organi preposti (Soprintendenza, Ministero dell’Interno e Amministrazione comunale) d’intesa anche con il FAI di Amelia e con la collaborazione attiva del Comune e del Gruppo Archeologico di Amelia. Per poter finalmente mettere in sicurezza l’edificio, in parte lesionato dal crollo del vicino omonimo convento, è infatti di fondamentale importanza sapere chi è il proprietario.

La Prefettura di Terni si è immediatamente attivata e ha già inviato i Vigili del Fuoco a fare un primo sopralluogo, cui seguirà a breve un secondo per definire alcuni aspetti tecnici relativi alla immediata messa in sicurezza delle parti lesionate. Italia Nostra coglie l’occasione per ringraziare il Prefetto per il solerte intervento.

Si tratta di un grosso passo avanti nella risoluzione di un annosa questione che ha comportato gravi danni al patrimonio culturale di Amelia e provocato disagi alla popolazione, con la chiusura della adiacente Via delle Mura a seguito del crollo del monastero che costò, tragicamente, la vita a una persona.

La Chiesa di Santa Monica conserva un raro esempio di soffitto affrescato a trompe l’oeil dell’Umbria, una tecnica pittorica che serve a creare artifici prospettici e architettonici capaci di dare l’illusione di essere reali.

 

Massimiliano Bardani

Italia Nostra Amelia

 

Per ulteriori approfondimenti:

CS Santa Monica Amelia 2-12-2020

Italia Nostra Onlus