Foto del giorno

Data: 16 Novembre 2021

Incendi in Sicilia: le associazioni chiedono un pool di magistrati ed un nucleo interforze

Incendi in Sicilia: le associazioni chiedono un pool di magistrati ed un nucleo interforze. In una lettera congiunta le associazioni firmatarie richiedono l’istituzione di un pool di magistrati ed un nucleo interforze. Di seguito, la missiva.

La nostra è la voce dei cittadini siciliani che partecipano attivamente e con interesse alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso il fenomeno associativo e che negli ultimi anni hanno organizzato svariate iniziative di natura sociale per contrastare il terribile fenomeno degli incendi boschivi, ma anche denunciato illeciti in sede giudiziaria constatando la lentezza e la scarsa efficacia delle operazioni di indagine e di repressione messe in atto fino ad ora.

Il 2021: annus horribilis

Il 2021 purtroppo rappresenta l’anno peggiore rispetto a un’evoluzione storica degli incendi e delle superfici percorse dal fuoco che già vedeva la nostra isola primeggiare rispetto alle altre regioni d’Italia. Molto superiore allo Incendi in Sicilia: le associazioni chiedono un pool di magistrati ed un nucleo interforzestesso 2020 che sembrava un apice non più raggiungibile: ben 7.000 incendi tra maggio e agosto 2021, 78.000 ettari percorsi dal fuoco sui 160.000 nell’intera nazione, secondo le informazioni riportate sulla stampa e che attingono a fonti istituzionali (EFFIS). Un numero così alto di incendi non si erano mai verificato. A fronte di essi solo una dozzina di arresti.

Gli incendi sono quasi sempre di origine dolosa

Le cause sono quasi sempre dolose: a quelle tradizionali come rinnovazione dei pascoli, recupero dei terreni agricoli a spese del bosco per la coltivazione o per attivare contributi comunitari, speculazione edilizia, ritorsioni contro la Pubblica amministrazione, conflitti o vendette tra proprietari, si aggiungono cause più specifiche, come quelle legate agli interessi che ruotano intorno agli investimenti per il fotovoltaico. Ultimamente anche la Commissione Regionale Antimafia, che ha avviato una sua indagine sul tema specifico, ha fatto emergere l’ipotesi per cui in alcune zone gli incendi verrebbero appiccati per liberare i terreni dalla vegetazione e renderli così disponibili per l’installazione di impianti fotovoltaici.

Le proposte delle associazioni

Le associazioni hanno deciso di unire le loro forze insieme a quella della Flai Cgil per chiedere che venga istituito nell’ambito di ciascun Ufficio della Procura presso i Tribunali della Regione siciliana un pool di Magistrati con particolari competenze nell’ambito della repressione di tutti i delitti connessi al fenomeno degli incendi boschivi, e affinchè si costituisca un Nucleo Interforze (Corpo Forestale della Regione, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza) altrettanto specializzato nel compimento dei relativi atti di indagine volti all’acquisizione delle prove dei suddetti delitti. L’obiettivo, già attuato con eccellenti risultati in altri ambiti, è quello di mettere in sinergia investigatori, competenze, professionalità, tecnologie ai fini di un autentico salto di qualità per il contrasto a questo aberrante fenomeno, dagli effetti devastanti non solo per l’ambiente, ma anche per il contesto economico e sociale dell’Isola.

il 7 Maggio scorso, la sezione di Palermo è stata tra gli organizzatori della manifestazione regionale “Facemu Scruscio” (facciamo rumore) per chiedere misure efficaci contro gli incendi e durante l’estate ha organizzato un servizio di “Sentinelle per l’Ambiente” con i giovani della sezione e con la collaborazione con SAB Forestale (Servizio Antincendio Boschivo), per la sorveglianza delle aree boschive. (Si veda il servizio su www.rainews.it). 

Coordinamento Salviamo i Boschi

Italia Nostra

Flai CGIL

Legambiente

WWf

LIPU

 

Per ulteriori approfondimenti: cliccare qui

Per la foto in evidenza: Photo by Benjamin Lizardo on Unsplash

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra