Eventi

26-10-2019

Genova, seminario sui Cambiamenti climatici

Sabato 26 ottobre 2019 dalle ore 15:00 alle 18:30
Società di Letture e Conversazioni, Palazzo Ducale di Genova

Che cosa si intende per cambiamenti climatici di origine antropica, che cos’è l’effetto serra e le emissioni nocive? Quali ripercussioni materiali può avere questo fenomeno sul territorio della Liguria? Le misure ambientaliste contenute nel ‘Decreto Clima’ licenziato in questi giorni dal Governo italiano sono efficaci, adeguate, sufficienti?
Per fare chiarezza su un tema al top dell’agenda politica e mediatica mondiale, Italia Nostra ha organizzato un seminario a Genova con scienziati, esperti e studiosi di diverse discipline, dalla geologia all’ingegneria idraulica, dall’economia all’architettura del paesaggio.

“Il clima della Terra: variabilità naturale ed effetti antropici”
Antonello Provenzale, direttore Centro Geoscienze, CNR Torino

“Impatto del cambiamento climatico sul rischio idrologico e strategie di confronto e adattamento”
Renzo Rosso, professore di Costruzioni Idrauliche, Marittime e Idrologia, Politecnico di Milano

“Cambiamenti climatici: il punto di vista degli economisti”
Marzio Galeotti, professore di Economia Ambientale, Università degli Studi di Milano

“Potenziare le infrastrutture verdi per mitigare il cambiamento climatico”
Francesca Mazzino, professore di Architettura del Paesaggio, Università di Genova

“Avvisaglie del futuro: mareggiate e rischio costiero”
Giovanni Besio, professore di Ingegneria Civile e Ambientale, Università di Genova

Modera:
Alessandro Cassinis, giornalista

Interventi
Fridays for future Genova

Interventi del pubblico

Conclusioni e proposte
Italia Nostra

Al seminario sarà presente anche la Presidente nazionale di Italia Nostra Mariarita Signorini

Il clima della terra è cambiato su tutte le scale di tempo e di spazio, attraverso condizioni di estremo freddo e di estremo caldo, ma nell’era industriale un nuovo attore si è aggiunto in scena: l’umanità, che, con le emissioni di gas serra, sta modificando molto rapidamente il clima del pianeta. I primi effetti sono sotto gli occhi di tutti e quelli prevedibili per il futuro sono già stati valutati dalla comunità scientifica. Sono estremamente pesanti, anche dal punto di vista economico e sociale: è quindi indispensabile intervenire con molta decisione sia per eliminare le cause sia per contenere gli effetti e farlo molto rapidamente.

In occasione del recente vertice sui cambiamenti climatici organizzato a New York, il Segretario generale dell’ ONU Antonio Guterrez ha ribadito con forza che le emissioni a livello globale stanno crescendo e le temperature del pianeta sono in aumento. Le già pesanti conseguenze per oceani, foreste, regimi climatici, biodiversità, produzione alimentare, acqua, occupazione e in ultima analisi la vita degli esseri umani, sono destinate a peggiorare enormemente. Le prove scientifiche sono innegabili, ma in molti posti la gente non ha nemmeno bisogno di scrutare un diagramma per comprendere la crisi climatica, basta guardare fuori dalla finestra.

Il Segretario ha quindi ribadito l’importanza degli impegni assunti con l’Accordo di Parigi, e in particolare il rispetto di una scadenza, quella del 2050, entro cui raggiungere il traguardo delle emissioni zero di gas serra. Inoltre ha confermato l’impegno dell’ ONU sui 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) che hanno a che fare in larga parte, direttamente o indirettamente, col tema dei cambiamenti climatici: povertà zero, fame zero, salute e benessere, istruzione di qualità, uguaglianza di genere, acqua pulita ed igiene, energia pulita ed accessibile, lavoro dignitoso e crescita economica, industria innovazione ed infrastrutture, ridurre le disuguaglianze, città e comunità sostenibili, consumo e produzione responsabili, agire per il clima, la vita sott’acqua, la vita sulla terra, pace giustizia e istituzioni forti, partnership per gli obiettivi.

Infine, ha aggiunto il Segretario, i negazionisti o i grandi inquinatori non possono più nascondersi di fronte agli scienziati che chiedono di ridurre le emissioni di gas serra del 45% entro il 2030 ed arrivare alla neutralità entro il 2050 in modo di limitare l’aumento di temperatura a 1,5°C a fine secolo, mentre, proseguendo sulla strada attuale, stiamo andando ad almeno 3°C di riscaldamento sempre a fine secolo.

Guardando all’Italia, è evidente come, di fronte all’urgenza di affrontare la drammatica situazione globale evidenziata dal Segretario dell’ONU, risulti largamente insufficiente il ‘Decreto clima’ varato in questi giorni dal governo italiano per il ‘green new deal’.

***

vai al resoconto dell’evento su https://www.italianostra.org/il-climate-change-sta-gia-aggredendo-la-liguria/

Ecco il link al canale YouTube sul quale sono pubblicati i video di tutti gli interventi del seminario sui cambiamenti climatici organizzato con grande successo da Italia Nostra Genova lo scorso 26 ottobre https://www.youtube.com/watch?v=Qu6eL_b98W8&list=PL-kdOxELuNb86mlnW9IU1ffiMQvsXa8e1&fbclid=IwAR0sK3wKh-cqZc56EC_Bkt7hbtUw0yJQp0ABx7yJQUSEoNDYhT_dtxIwPlw

Italia Nostra Onlus