Altre Campagne

20-09-2019

Il Borgo di Salci, inserito in Lista Rossa, ha ottenuto un finanziamento dal MiBAC

Italia Nostra ringrazia la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria per la sensibilità e il grande lavoro svolto al fine di ottenere lo stanziamento della somma di € 185.000 da parte del MiBAC per il recupero della chiesa di San Leonardo a Salci, nel comune di Città della Pieve PG. Il Borgo di Salci è iscritto nella Lista Rossa di Italia Nostra (vedi https://www.italianostra.org/borgo-abbandonato-di-salci-citta-della-pieve-perugia-segnalazione-per-la-lista-rossa/) da quando, nel dicembre dello scorso anno, la presidente nazionale, Mariarita Signorini, partecipò ad un sopralluogo e ad un servizio Rai sull’antico Borgo insieme alla sezione perugina. L’associazione esprime soddisfazione anche per la disponibilità dimostrata dal Sindaco del Comune di Città della Pieve, Fausto Risini, che ha confermato la volontà di operare per il recupero e la salvaguardia del Borgo.

L’associazione rinnova la richiesta, già concordata con il precedente Sindaco di Città della Pieve, Fausto Scricciolo, di rimuovere le transenne messe a limitare un area di cantiere ormai fermo da decenni nella piazza Crescenzi, che risulta tuttora in larga parte inaccessibile. Italia Nostra auspica che la piazza torni quanto prima alla sua piena godibilità pubblica, con ciò venendo incontro alle giuste e ripetute richieste degli ex abitanti del luogo.

«Il piccolo Borgo di Salci – spiega Mariarita Signorini – conserva ancora vivi e visibili i segni e le strutture del tipico insediamento latifondiario del XVIII e XIX secolo, con le botteghe e abitazioni ancora vissute fino all’epoca del secondo conflitto mondiale: un viaggio nel tempo meritevole di essere conservato come testimonianza della civiltà contadina che costituiva la struttura produttiva principale del nostro Paese».

Italia Nostra

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus