Comunicati

03-10-2018

Il caso di S. Angelo in Formis, Basilica Benedettina, area sacra, borgo e paesaggio storico

“Così a poco a poco le rovine stesse se ne vanno, così se ne vanno ingenti testimonianze della grandezza degli antichi…”, da una lettera di Francesco Petrarca a Cola di Rienzo.

Ancora la cronaca di alcune settimane fa ci dava notizia di crolli murari adiacenti l’arco di Diana Tifatina nell’area del borgo di San Angelo in Formis, mentre un’imponente impalcatura avvolge il campanile della Basilica benedettina i cui lavori di restauro risultano conclusi qualche mese fa.

Un sopralluogo effettuato il 6 giugno scorso dall’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale-Caserta di cui è verbale inviato agli enti interessati conferma “l’effettiva esistenza di un rischio da frana molto elevato – R4 – che interessa tutto il sito della Basilica Benedettina, delle sue aree pertinenziali limitrofe, e parte dello stesso Borgo…”.

Cosa si sta aspettando? ancora una volta abbiamo chiesto l’intervento urgente di tutti gli  enti interessati per la salvaguardia della Basilica benedettina, dell’area sacra e del borgo di Sant’Angelo in Formis e per la tutela del paesaggio storico.

Non ci attendiamo risposte scritte, ma provvedimenti!

ITALIA NOSTRA CASERTA


Ufficio stampa

Flavia Corsano 335-53344767
ufficiostampa@italianostra.org

Italia Nostra Onlus