Nazionale

14-03-2019

Il progetto “Paesaggio protetto e di qualità della Costa Viola” della Calabria proposto da Italia Nostra finalista al Premio Nazionale del Paesaggio del MiBAC

Il progetto pilota di buona pratica per la creazione di un “Paesaggio protetto e di qualità della Costa Viola”, proposto da Italia Nostra per il tratto di costa tirrenica che va da Villa S. Giovanni a Palmi, e comprende i Comuni di Scilla, Bagnara e Seminara, è stato candidato dalla sezione di Reggio Calabria di Italia Nostra al Premio Nazionale del Paesaggio del MiBAC. Il progetto ha superato la selezione tra le 130 candidature pervenute ed è entrato nella rosa dei 10 paesaggi italiani ritenuti meritevoli di menzione speciale. La presidente nazionale dell’associazione, Mariarita Signorini, insieme alla presidente della sezione di Reggio Calabria, ha partecipato alla cerimonia di consegna dei riconoscimenti in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio.

La Costa Viola, scenario dei miti Omerici di Scilla e Cariddi è caratterizzata dal tipico paesaggio viticolo-terrazzato, dove si pratica la storica “viticoltura eroica” e di forte pendenza, basata sulla manutenzione dei secolari muri a secco in pietra, che ne determinano l’assetto idrogeologico e ne rendono le pendici stabili.  La tradizionale “arte dei muri a secco” della Costa Viola e di altre aree terrazzate italiane ed europee, è stata recentemente (Novembre 2018) dichiarata Patrimonio Immateriale dell’UNESCO. La Costa Viola è anche ZPS (Zona a Protezione Speciale) e SIC (Siti di importanza Comunitaria), classificata dall’Alleanza Mondiale dei Paesaggi Terrazzati e inserita dal 2016 nell’ambito del programma mondiale Terraced Landscapes. Italia Nostra si è sempre battuta per la difesa di questo tratto di costa dalla speculazione edilizia che tanti danni ha recato alle coste calabre.

L’idea progettuale iniziale del 2001 formulata dal GAL V.A.T.E., viene ripresa e si sviluppa dal 2011 con apposito convegno-manifesto di Italia Nostra e MiBAC riguardante l’area geografica in questione. Si propone allora l’istituzione di un marchio territoriale con la realizzazione di un disciplinare-protocollo da proporre agli enti e di una check-list di controllo; adesione dell’ente con quota di iscrizione; formazione dei tecnici “animatori” e dei tecnici “ispettori”; poderosa azione di marketing e promozione del marchio (convegni, seminari, sito web, ecc.) con anche una “Guida dei paesaggi protetti italiani”. Appare evidente che l’Istituzione di un Paesaggio Protetto in Italia sia uno strumento di marketing territoriale che determina oltre a grande visibilità anche un potenziale indotto in termini turistici, visto il trend crescente del turismo verde europeo.

Il Ministro Alberto Bonisoli, ha partecipato alla cerimonia di consegna del Premio nazionale del Paesaggio, un importante riconoscimento che il MiBAC assegna con cadenza biennale agli attuatori di buone pratiche per la qualità del paesaggio e della vita delle comunità locali, in coordinamento con le procedure previste per il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, giunto quest’anno alla sua VI edizione.  L’iniziativa, in diretta streaming e si è svolta a partire dalle ore 10.00 nella sede del dicastero in via del Collegio Romano, a Roma.

Mariarita Signorini – Presidente nazionale Italia Nostra

Angela Martino – Presidente Sezione Italia Nostra Reggio Calabria

https://www.italianostrareggiocalabria.it/costa-viola/

 

Flavia Corsano

Ufficio stampa Italia Nostra

Viale Liegi 33 – 00198 Roma

tel. 06-8537 2742 – Cell. 335-5344 767

ufficiostampa@italianostra.org

***

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus