Bollettino

26-11-2019

In arrivo il nuovo numero del Bollettino “Il bacino del Po: un ecosistema da salvare”

In questi giorni di allerta rossa per i nostri fiumi, Italia Nostra dedica il numero 505 del suo giornale alla situazione ecologica, idrogeologica, climatica, culturale e paesaggistica del bacino del Po.

Frutto di un Convegno tenutosi il 9 marzo a Parma, il numero riporta le sintesi degli interventi che hanno allineato i maggiori esperti dell’ambiente e territorio della Valle padana: Stefano Caserini (clima), Umberto Vascelli Vallara (paesaggio, beni culturali e territorio), Sergio Malcevschi (Manifesto per il Po), Pierluigi Viaroli (ecologia), Meuccio Berselli (Autorità di Distretto fiume Po), Armando Brath (rischi idraulici), Vittorio Marletto (clima e agricoltura), Michele Carugno (Inquinamento dell’aria valle Padana), Angelo Tartaglia (mobilità Valle padana).

Come scrive nell’editoriale di presentazione del numero la presidente Mariarita Signorini “A un decennio dalla Carta di Mantova, i quattro Consigli Regionali di Italia Nostra della Val Padana (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto) hanno deciso di indire una giornata di confronto scientifico e politico lo scorso 9 marzo a Parma per fare il punto della situazione ambientale attuale del bacino del Po, e di quanto è stato realizzato delle proposte di ormai undici anni fa. La devastante acqua alta a Venezia, seguita dallo stato d’allerta per i nostri fiumi in tutta Italia, ha reso più che mai attuale questo incontro scientifico che ha presentato le analisi sul dissesto idrogeologico del Paese con la crisi climatica in corso e il diffuso inquinamento ambientale che riguarda acqua, aria e suolo. (…) La Valle Padana è perfettamente in grado, se vuole, di trasformare questa crisi ambientale in una nuova opportunità economica legata alla riqualificazione complessiva dell’ambiente. Ma servono scelte coraggiose, adattate alle diverse specificità del territorio della pianura. Italia Nostra è sempre stata molto attiva nel richiamare al rispetto dei limiti degli inquinanti e anche per il futuro intende promuovere nuove iniziative sul tema, a livello nazionale e locale”.

Scarica qui la versione pdf del Bollettino n. 505

Per ricevere in abbonamento il giornale di Italia Nostra iscriviti all’Associazione (qui).

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus