News dal territorio

12-05-2021

#INheritageweek: 5 aree museali segnalate da Chieti

Museo archeologico nazionale d’Abruzzo – Villa Frigerj, Chieti CH

Operativo dal 1955, ubicato nella ex Villa FrigerJ all’interno della Villa Comunale, definibile un parco culturale, raccoglie al suo interno reperti delle civiltà italiche e preromane derivanti dagli scavi dei siti archeologici di Alba Fucens, Juvanum, Saepinum, Pietrabbondante e siti minori quali Schiavi D’Abruzzo e Peltuinum nonché ritrovamenti fortuiti quali il famosissimo “Guerriero di Capestrano”. Inoltre, è presente una raccolta di sculture ellenizzanti e di età romana. Necessita di  maggiore valorizzazione.

 

Museo Archeologico Nazionale “La Civitella”, Chieti CH

Di recente istituzione, può ritenersi una estensione del Museo nazionale con particolare riferimento a manufatti del periodo romano e tardo italico. Ubicato in fabbricati di nuova costruzione facenti corpo con l’anfiteatro romano. Andrebbe maggiormente valorizzato e inserito in una rete di musei.

 

Museo Universitario, Chieti CH

Si tratta di un museo scientifico dell’Ateneo “G. d’Annunzio” dedicato alla conoscenza e alla divulgazione delle Scienze Naturali e della Storia della Scienza, con particolare attenzione alla ricerca archeologica, medica, antropologica e paleontologica. Fiore all’occhiello di questa istituzione è costituito dalla “collezione Antonucci” con reperti che spaziano dalla mineralogia alla botanica e numerosi fossili. Ubicato nei pressi dell’ingresso della Villa Comunale in un interessante edificio realizzato intorno agli anni ’30 del XX secolo.

 

Museo d’Arte “Costantino Barbella”, Chieti CH

Pinacoteca ubicata all’interno del palazzo Gentilizio dei marchesi Martinetti Bianchi risalente ai primi anni del XVIII secolo, conserva opere di notevole valore artistico. Necessita come tutti i musei di Chieti di maggiore valorizzazione.

 

Area dei Templi Romani, ubicata all’interno del centro storico a poche centinaia di metri da Porta Napoli e dai resti del Teatro Romano, è composta da tre tempietti vicini tra loro, in cui si veneravano Giove, Giunone e Minerva. Le Terme Romane in località Fonterana, lungo la S.S. Picena Aprutina nella immediata periferia sud della città.

 

Italia Nostra Onlus