Comunicati

18-04-2019

Italia Nostra ricorda l’amico Massimo Bordin e ribadice no alla chiusura di Radio Radicale

Italia Nostra si unisce al cordoglio generale per la morte di Massimo Bordin, voce storica di Radio Radicale, emittente particolarmente vicina alla sensibilità dell’Associazione. La rassegna stampa di Bordin ha scandito le mattinate di molti militanti di Italia Nostra che gli riconoscevano competenza, passione e curiosità: qualità fondamentali di un buon giornalista.

Questa triste occasione consente a Italia Nostra di ribadire che Radio Radicale non deve essere “spenta”. Il servizio che la radio ha svolto in questi decenni è stato inestimabile, dando voce a tante istanze civili e sociali che altrimenti non avrebbero trovato spazio nella programmazione commerciale e istituzionale delle altre emittenti. L’archivio costituito da tutto il materiale accumulato nei 40 anni di attività è un incredibile “diario di bordo” del Paese vero.

«Mi mancherà moltissimo la sua voce roca e quell’accento romano inconfondibile con cui si cominciava bene la giornata», dichiara Mariarita Signorini, presidente nazionale di Italia Nostra. «La trasmissione “Fatto in Italia”, condotta da Nicolas Ballario e Oliviero Toscani è stata premiata nel 2016 da Italia Nostra con il Premio Giornalistico intestato a Giorgio Bassani. Appunto per questo vogliamo dire no ad ogni ipotesi di chiusura di Radio Radicale. Pochi giorni fa il Sottosegretario Crimi ha confermato l’intensione del Governo di non rinnovare la concessione a Radio Radicale. C’è chi propone di farla confluire nella Rai, ma questa soluzione non ci sembra assicurare ai giornalisti di Radio Radicale quella “alterità” che ha consentito all’emittente di essere la voce del pluralismo in Italia. Italia Nostra si augura che il Governo ci ripensi.»

Mariarita Signorini – Presidente Nazionale Italia Nostra

L’ufficio stampa | Flavia Corsano | ufficiostampa@italianostra.org | Cel. 335-5344767

 

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus