20-11-2019

La Lista Rossa in Friuli Venezia Giulia

La “Lista Rossa” è la campagna nazionale di Italia Nostra attraverso cui vengono raccolte denunce e segnalazioni di beni comuni o paesaggi in abbandono o bisognosi di tutela, siti archeologici meno conosciuti, centri storici, borghi, castelli, singoli monumenti in pericolo. Tutti possono fare una segnalazione, scopri come su https://www.italianostra.org/le-nostre-campagne/la-lista-rossa-dei-beni-culturali-in-pericolo/

MARIANO DEL FRIULI, RESTI DELLA CINTA MURARIA VENEZIANA

Via Dante Alighieri – Mariano del Friuli (Gorizia)

Si tratta di uno dei pochi documenti storici materiali di una delle più importanti guerre che hanno avuto come teatro la zona del Friuli Orientale, la cosiddetta Guerra di Gradisca 1615 – 1617. Lo stato di abbandono di questi resti esige un urgentissimo intervento di restauro > Più dettagli

 

RESTI DELLA CHIESETTA SAN POLETTO (MONFALCONE)

Via San Poletto – San Polo, Monfalcone (Gorizia)

Resti di una delle più antiche chiesette della zona, dapprima distrutta perché situata nella zona del fronte carsico della Grande Guerra, ma poi ridotta allo stato di rudere per incuria. La comunità del luogo, legata alla memoria di questo antico luogo di culto, si è più volte interessata per il restauro del manufatto, senza ottenere alcun risultato > Più dettagli

 

CHIESETTA DELL’EX OSPEDALE CIVILE DI MONFALCONE

Via Aquileia / Via dell’Istria – Monfalcone (Gorizia)

Nei primi anni Duemila l’area ospedaliera viene dismessa ed acquistata da un’impresa di costruzioni che ne cura la riconversione urbanistica. Tutti i padiglioni dell’ospedale vengono così demoliti, ad esclusione della chiesa che è in stato di completo abbandono e inaccessibile a causa dello stato precario delle strutture, in particolare della copertura lignea, parzialmente crollata. > Più dettagli

 

RESTI DELLE TRINCEE DELLA LINEA DIFENSIVA DI MEDEA

Via Ara Pacis, Romans D’Isonzo, GO, Italia

Le trincee furono realizzate in calcestruzzo con copertura voltata a botte, su un lato vi sono delle feritoie per i fucilieri e a intervalli regolari e sulle testate le postazioni per le mitragliatrici. > Più dettagli

 

ANTICHE MURA DELLA CINTA CITTADINA

Vicolo del Lavatoio, Pordenone, PN, Italia

L’attuale amministrazione comunale ha appena rilasciato, il 10 ottobre 2018, un’autorizzazione paesaggistica ordinaria per la realizzazione di unità residenziali con l’apertura nell’ultimo tratto delle mura antiche in oggetto, in fondo al vicolo del Lavatoio. > Più dettagli

 

LA PINEDA SINISTRA

Lignano Sabbiadoro, UD, Italia

La pineta è oggi attraversata dalla pista ciclabile parallela alla spiaggia. Il progressivo abbattimento della pineta per far posto a edifici a servizio delle colonie potrebbe essere definitivo e totale in seguito al cambio d’uso delle strutture, da sociale a residenziale e commerciale. > Più dettagli

 

SACRARIO MILITARE REDIPUGLIA

Fogliano Redipuglia, GO, Italia

Il sacrario militare di Redipuglia è un monumentale cimitero militare situato in Friuli-Venezia Giulia, costruito in epoca fascista e dedicato alla memoria di oltre 100.000 soldati italiani caduti durante la prima guerra mondiale. > Più dettagli

 

OROLOGIO DA TORRE

Via Antonio Bergamas, Gradisca d’Isonzo, GO, Italia

Primo orologio pubblico della Fortezza di Gradisca che, dopo aver scandito secoli di vita cittadina, aspetta ora di essere adeguatamente restaurato. > Più dettagli

 

CAPPELLA ZUPPINI

Farra d’Isonzo, GO, Italia

Cappella della Beata Vergine Immacolata di Farra d’Isonzo, eretta come voto per la guarigione da una malattia dal conte Giovanni Battista Zuppini, attualmente in stato di abbandono e degrado. > Più dettagli

 

NINFEO

Via Sigismondo Attems, Gorizia, GO, Italia

Fontana monumentale, attualmente in degrada e utilizzata come ripostiglio. > Più dettagli

 

PALAZZO EX PRETURA

Via Nazario Sauro, Cormons, GO, Italia

Il Palazzo dell’ex Pretura di Cormòns è oggi di proprietà dell’ATER, ma nasce per iniziativa dell’Amministrazione comunale di Cormòns, come sede della Pretura in sostituzione della precedente al primo piano di palazzo Del Mestri, utilizzata fino al 1973. > Più dettagli

Italia Nostra Onlus