Nazionale

24-06-2019

L’Alleanza Mobilità Dolce incontra il Comitato per la Metrotranvia di Sassari

Progetto utile e necessario per la mobilità che va realizzato

Al termine della Maratona Ferroviaria 2019 che si è sviluppata da Cagliari a Carbonia, Macomer e Nuoro, una delegazione di AMoDo – Alleanza per la Mobilità Dolce, un cartello che riunisce 28 Associazioni nazionali, tra cui Italia Nostra, guidata dalla Portavoce, Anna Donati – ha avuto un proficuo confronto a Sassari con gli esponenti del Comitato per la Metrotranvia.

Gli esponenti di AMoDo hanno apprezzato la relazione dell’ing. Giuseppe Fiori, già progettista dell’attuale tram di Sassari, e del Coordinatore del Comitato Metro-Tramvia Rosario Musmeci comprendendo come detta modalità di trasporto possa espletare al meglio le proprie potenzialità solo se estesa alla popolosa area che gravità sul capoluogo, sfruttando infrastrutture ferroviarie esistenti, ma al momento sottoutilizzate.

In particolare si auspica la pronta estensione del tram-treno fino a Sorso, previa elettrificazione della relativa linea, per estendersi successivamente fino ad Alghero, raggiungendo il centro urbano ed i quartieri meridionali della città catalana.

Inoltre si è convenuto sull’importanza di raggiungere con il tram-treno l’aeroporto di Fertilia, previa breve diramazione da realizzarsi in prossimità di Olmedo, in modo da assicurare collegamenti diretti verso lo scalo, sia da Sassari, sia dalla stessa Alghero.

La crescita del traffico aeroportuale, tanto più rilevante in un’Isola che non può disporre di collegamenti veloci via terra con il continente, ed il successo del collegamento ferroviario realizzato negli anni scorsi a Cagliari Elmas – che i componenti di AMoDo hanno avuto modo di apprezzare – rendono non più rinviabile la scelta di mettere in rete i tre aeroporti dell’isola con un sistema di collegamenti affidabili su rotaia.

AMoDo auspica altresì il pronto ripristino della linea Sassari-Alghero, bloccata ormai dall’autunno 2018 da una serie di cavilli normativi che, lungi dal garantire la sicurezza degli utenti, rischiano di pregiudicare le prospettive di questo importante collegamento.

Come riferito a Cagliari ai dirigenti di Arst, AMoDo auspica anche la pronta riattivazione dei Trenini Verdi nel sud, centro e nord dell’isola, onde non pregiudicare definitivamente una stagione turistica già iniziata e rischiare il progressivo smantellamento di un patrimonio ambientale e culturale di inestimabile valore ed una formidabile occasione di valorizzazione delle aree interne della Sardegna.

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus