News dal territorio

05-11-2019

Lentini, “Monuments men: 44 mesi di esperienze sul patrimonio culturale”

Mutuando il titolo del film del 2014 di George Clooney sul gruppo di esperti d’arte arruolati nell’esercito alleato per salvare il patrimonio europeo dai furti e delle distruzioni della seconda guerra mondiale, si è svolto domenica 3 novembre a Lentini un incontro, all’interno del Palazzo Beneventano, per raccontare le tante esperienze di quanti si prendono cura quotidianamente dei beni culturali del nostro Paese, da nord a sud.

Insieme a Giorgio Franco, presidente di Italia Nostra Lentini, anche Alessandro Cecchi Paone che ha presentato alcune proposte per migliorare il promozione del patrimonio culturale del territorio. Cecchi Paone, infatti, oltre ad essere un apprezzato giornalista e presentatore tv è anche docente di marketing della comunicazione culturale.

La sezione di Lentini, insieme al collettivo “Badia Lost & Found” ha raccontato le tante esperienze vissute da quando Palazzo Beneventano, nel 2016, venne restituito alla città dopo anni di degrado e di abbandono. Da allora il palazzo, un tempo residenza di una delle più ricche famiglie nobiliari della Sicilia, è diventato il centro della rigenerazione urbana della città, in particolar modo del quartiere Badia, e luogo di cultura con numerosi eventi e attività.

Tanti gli ospiti e tante le testimonianze: a cominciare dagli organizzatori, Giorgio Franco e Cristina Pulvirenti di “Badia Lost & Found”; le autorità locali, rappresentate dall’Assessore ai Beni Culturali Rita Brancato e il Sindaco di Carlentini, Giuseppe Stefio; in collegamento via Skype è intervenuta la presidente di Italia Nostra, Mariarita Signorini; con un messaggio scritto il presidente regionale di Italia Nostra, Leandro Janni; l’archeologa e responsabile di izi.Travel Sicilia, Elisa Bonacini; Marianna Marcucci di Invasioni Digitali; Franco Milella della Fondazione Fitzcarraldo; il presidente di Officine Culturali, Ciccio Mannino; Emanuela Presciani del Teatro Tascabile di Bergamo; il presidente dei Siti Unesco Sud Est Sicilia, Fabio Granata; Bernadette Lo Bianco di Sicilia Turismo per Tutti; e Sara Bersani di City Map Catania.

Durante la serata il maestro Onofrio La Leggia ha donato un suo busto del Senatore Giuseppe Luigi Beneventano al palazzo.

Italia Nostra Onlus