News dal territorio

08-02-2019

“Matera è un’esperienza unica”

Riceviamo da Stefano Novello, Presidente Italia Nostra Bolzano, e volentieri pubblichiamo questa riflessione su Matera – Capitale Europea della cultura 2019

Da gennaio a dicembre 2019 Matera sarà la capitale europea della cultura 2019. L’ultima città italiana protagonista di tale importantissimo evento fu Genova nel 2004. Quest’anno ad avere ricevuto il prestigiosissimo testimone è quindi una cittadina del sud Italia, simbolo di una regione, la Basilicata, sfortunatamente ancora troppo poco conosciuta ed apprezzata ai più, ma ricchissima di bellezze paesaggistiche e naturali costantemente minacciate sia sulla terra ferma e sia in mare.
La costruzione di pale eoliche che inevitabilmente continuano a modificare lo skyline lucano pare non avere sosta, come pure le trivelle nel mar Ionio a caccia dell’ultima goccia di petrolio.
Così come pietre preziose, i ‘sassi’ di Matera sono di origine antichissima, abitati da millenni e tenaci come i propri cittadini, capaci di superare difficoltà e condizioni di vita disumane fino ad ottenere meritatamente il riconoscimento di patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO nel 1993, grazie anche ai fondi provenienti dal piano Marshall, dal Governo De Gasperi e da generose donazioni di privati.
L’arretratezza dei ‘sassi’ della cittadina lucana fu descritta nel secondo dopoguerra da Primo Levi ne Cristo si è fermato a Eboli:”…Ogni famiglia ha in genere una sola di quelle grotte per abitazione e ci dormono tutti insieme, uomini, donne, bambini, bestie.”
Oggi Matera è una stupenda realtà, una cittadina che si sta ripopolando, dove proliferano botteghe artigianali, affascinanti b&b all’interno dei sassi e ristoranti della tradizione.
Matera non è una città qualunque e non potrà mai esserlo. Matera è un’esperienza, unica.

Stefano Novello – Presidente Italia Nostra Bolzano

 

Italia Nostra Onlus