In Evidenza

29-07-2020

Mondovì: una protesta ferma e pacata contro la cementificazione del territorio

Sono agricoltori, cittadini e residenti a Mondovì, precisamente nell’area ex Cobra posta tra le frazioni di Breolungi e Pagliola. Amano la loro terra e la curano garantendo il loro futuro e quello delle future generazioni preservandola e rispettandola. Da due settimane circa però vivono nella terribile preoccupazione di veder stravolto per sempre il territorio da una massiccia cementificazione connessa con la costruzione di un Polo Intermodale Logistico in area appunto agricola. E così, nonostante non siano avvezzi a proteste e impegni associativi, hanno deciso di dare vita ad un comitato spontaneo ma ben organizzato che si è posto l’obiettivo di contrastare progetti di cementificazione che potrebbero alterare per sempre il delicato equilibrio tra uomo e natura che si è preservato sino ad oggi.

“Mondovivo” ha iniziato due settimane fa la sua protesta nei confronti delle istituzioni cercando il contatto in modo pacato e rispettoso. Per queste sue doti di gentilezza e mitezza e lo spirito positivo e propositivo ha attratto immediatamente le simpatie di tantissimi cittadini. Italia Nostra è stata contattata sin dal primo momento al fine di costituire un link solidale. “L’operazione se venisse realizzata sarebbe un disastro ambientale e paesaggistico per il territorio anche perche’ Mondovì è uno dei centri del cuneese con il maggior consumo di suolo”, ha commentato Adriana My, Presidente di Italia Nostra Piemonte ribadendo le posizioni dell’associazione.

Ora il prossimo passo è l’incontro con le istituzioni fissato per il giorno 3 agosto.

Italia Nostra Onlus