Italia Nostra

Data: 13 Marzo 2015

Eur spa: il patrimonio storico non si vende

Italia Nostra al  Sindaco Marino “confidiamo in sagge scelte”

Italia Nostra nazionale sostiene la posizione espressa dalla sua sezione di Roma giudicando “inaccettabile la persistenza dell’ipotesi di vendita o alienazione del patrimonio immobiliare dell’Eur Spa”. Gli immobili di grande valore storico – Archivio di Stato, Museo Pigorini, Museo dell’Alto medioevo e Museo delle Arti e Tradizioni popolari – sottoposti alle tutele del Codice dei Beni culturali, sono vincolati quali monumenti.

Se risultassero vere le indiscrezioni che vedrebbero il sindaco Marino in procinto di presentare una delibera di giunta correttiva rispetto alla fuoriuscita di Roma Capitale dalla Società EUR S.p.A, apprezzeremmo molto questa decisione che manterrebbe la presenza di Roma Capitale al 10% nella società Eur Spa insieme al Mef (Ministero Economia e Finanze) al 90%, così come previsto dalla legge istitutiva della Società del 1990. Auspichiamo, quindi, che Roma Capitale non receda da questa presenza dentro la Società oltre a ritenerlo non conveniente, dal momento che Eur Spa produrrebbe utili. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, anche se socio di maggioranza della società, deve tener conto che su tali “gioielli” non ha né la prima né l’ultima parola. L’ultima parola è del ministro Dario Franceschini, nel quale Italia Nostra ripone dunque la sua fiducia.

Inoltre, l’eventuale e paventato passaggio all’Invimit (Investimenti Immobiliari Italiani Sgr S.p.A. – società di gestione del risparmio del Ministero dell’Economia e delle Finanze), rischia di diventare un processo di trasformazione del patrimonio immobiliare di altissimo pregio e valore storico-architettonico in un’iniziativa strettamente finanziaria non rispettosa della qualità storico-artistica del patrimonio e di una sua corretta e compatibile destinazione d’uso.

In questo quadro di totale improvvisazione, si avverte non solo la mancanza di strategie culturali che valorizzino il patrimonio razionalista ma, cosa ancor più grave, la volontà di penalizzarlo utilizzandolo per pagare i debiti contratti per la costruzione della Nuvola di Fuksas, debiti che continuano a lievitare.
 

 

ITALIA NOSTRA Ufficio Stampa

Maria Grazia Vernuccio cell. 335.1282864 – mariagrazia.vernuccio@gmail.com

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra