Italia Nostra

Data: 8 Febbraio 2012

Il volto dell’Italia. Paesaggi agrari: bellezza, sostenibilità, economia

Un milione e cinquecento mila ettari di superficie scomparsa in 10 anni in Italia. Statisticamente in un decennio il nostro Paese ha perso l’8% della sua SAT (Superficie Totale) superficie agraria, tradotto vuol dire meno 8%. Parallelamente sempre in 10 anni la SAU (superficie agricola utilizzata) è diminuita del 2,3%, quasi 300mila ettari in meno. A lanciare l’allarme per l’inarrestabile consumo di suolo agricolo sono Italia Nostra e Coldiretti nel corso dell’incontro “Il volto dell’Italia. Paesaggi agrari: bellezza, sostenibilità, economia” … (leggi tutto il comunicato stampa)

A Roma, il 16 febbraio 2012 (dalle ore 09.30 alle 18.00) si è svolto nella prestigiosa sede della Coldiretti (nel Centro Congressi Palazzo Rospigliosi – via XXIV Maggio n.43) il convegno “Il volto dell’Italia”

Italia Nostra e Coldiretti lanciano insieme un’iniziativa nazionale comune perché si ponga fine alla distruzione del nostro paesaggio attraverso la cementificazione incontrollata e la costruzione di centrali eoliche e fotovoltaiche in terreni agricoli. L’Italia ha il suolo più fertile del pianeta; ha mari, laghi, fiumi, pianure, colline, montagne; ha la biodiversità più diffusa; ha il più alto numero di prodotti di qualità tutelati al mondo.

È necessaria quindi un’inversione di tendenza nell’attuale gestione del territorio: dobbiamo – urgentemente – porre un freno al consumo indiscriminato di suolo. La terra deve essere considerata bene comune di tutti da tutelare e la politica, a tutti i livelli, non deve usarla come merce di scambio per incassare gli oneri di urbanizzazione. Il lavoro contadino e agricolo deve avere il giusto valore e la giusta considerazione, dev’essere difeso e incentivato.

L’evento  vuole dare un segnale forte ed essere un’occasione di confronto sui temi del paesaggio italiano legato all’agricoltura reale: quella che porta tutti i giorni il cibo sulle nostre tavole, che ci rende “eccellenti” nel mondo, che conserva i nostri paesaggi, che rimanda a secolari tradizioni. E vuole portare l’attenzione sul rapporto con quella terra preziosa il cui uso dissennato ha prodotto irreversibili scempi paesistici e ambientali. Come i recenti fenomeni eccezionali, legati a frane, allagamenti e ondate di gelo, hanno tragicamente dimostrato. La cultura, il paesaggio e l’agricoltura sono da sempre le principali fonti di sviluppo per l’Italia e possono essere il motore per uscire dalla crisi che stiamo vivendo e portare a un nuovo modello di vita davvero sostenibile.

Scarica il programma dell’evento

(NB. il pdf è costituito da 4 pagine in modalità animata, se non si muovessero da sole cliccarci col mouse e usare le frecce)

________________________________________________________________

ECCO ALCUNI DEI MATERIALI PRESENTATI NELLA GIORNATA:

Leggi il discorso introduttivo della Presidente Alessandra Mottola Molfino

Relazione di Andrea Mancini: “I dati ISTAT del censimento dell’agricoltura 2010 in materia di mantenimento paesaggistico e ambientale da parte delle aziende agricole” (scarica il documento)

Relazione di Roberto Weber: “Il valore del paesaggio” da un’indagine demoscopica della SWG (scarica il documento)

Relazione di Nicoletta Ferrucci: “Il paesaggio agrario alla luce del Codice dei beni culturali e del paesaggio” (scarica il documento)

Relazione di Mariassunta Galli: “La trasformazione delle economie locali” (scarica il documento)

Guarda i poster delle sezioni sui paesaggi agrari (pdf_4.5 Mb)

________________________________________________________________

Vai alla campagna nazionale dei Paesaggi Agrari

Vai alla documentazione sul sito di Coldiretti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra