Italia Nostra

Data: 13 Giugno 2020

Italia Nostra e il ricorso al Consiglio di Stato sulla variante al Regolamento Urbanistico del Comune di Firenze

 

In data 9 giugno 2020 è stato notificato da Italia Nostra l’appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Toscana (1694/2019) che, nel dicembre scorso, ha rigettato il ricorso che sempre Italia Nostra aveva proposto contro la variante all’art. 13 delle NTA del Regolamento Urbanistico fiorentino.

L’appello ci è parso un atto dovuto, anche se fortemente sofferto, al quale siamo stati spinti dal fatto che sono cadute nel vuoto le promesse a noi formulate nel luglio scorso di un serio ripensamento sulle norme contestate, attraverso la revisione di un Regolamento Urbanistico prossimo alla scadenza e la creazione di un tavolo di confronto ad hoc. L’unico incontro a cui siamo stati invitati si è tenuto per iniziativa non dell’Assessorato all’Urbanistica ma dell’Ordine degli Architetti il 12 novembre dello scorso anno. Dopo quell’incontro nient’altro, se non l’avvio del procedimento per la redazione e approvazione del nuovo Piano Operativo (cioè dello strumento che avrebbe sostituito il Regolamento Urbanistico in scadenza ai primi del giugno corrente). Addirittura e successivamente, sull’onda dell’emergenza sanitaria, il Sindaco ha chiesto ed ottenuto dalla Regione Toscana la proroga (prima di due mesi e poi di un anno) del vecchio Regolamento Urbanistico. Grazie a questi atti, l’amministrazione avrà modo di portare a compimento tutti i provvedimenti autorizzativi in materia di edilizia nel centro storico che la famosa variante all’art. 13 rende finalmente possibili. Abbiamo allora sentito l’esigenza, in conformità alla nostra missione statutaria, di provocare un nuovo e definitivo vaglio di legittimità sulle scelte effettuate da parte di un Alto Consesso giurisdizionale, nell’ottica e secondo la logica delle garanzie apprestate dal nostro Stato di diritto.

La sollecita uscita della notizia del nostro appello, causata non da un atto ufficiale della Nostra Associazione (che nella sua tradizione di sensibilità istituzionale, anche in contrasto coi propri interessi, aspetta a rendere note le proprie azioni legali lasciando trascorrere qualche giorno dal loro incardinamento), ma da fonti esterne all’Associazione e che hanno trovato anticipazione sul giornale online della Confindustria Toscana, ci obbliga a questo comunicato stampa.

 

ITALIA NOSTRA SEZIONE DI FIRENZE

 

Firenze 12 giugno 2020

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra